venerdì 6 febbraio 2009

Carta straccia

Non è un post in cui parlo del mio blog, ma non sapevo che altro titolo dare (clicca sull'immagine per ingrandire).


Aggiornamento delle 14:17

Il Consiglio dei Ministri approva il decreto anti Eluana: è qui.

27 commenti:

Wil ha detto...

Hai fatto benissimo a parlarne, titolo e "messaggio" sono perfetti.

Ma ci rendiamo conto, in questo periodo di regressione culturale, sociale ed economica, dove va a parare questa classe dirigente?

W

Bastian Cuntrari ha detto...

@Wil, che tristezza e che vergogna, amico mio! Mi sto leggendo il tuo post "incendiario" e mi guarderò la puntata di Anno Zero che ho perso.
Ma sono proprio demoralizzata: non passa giorno che non ne infilino una, cazzo!
Ti abbraccio.

ღღ Š î $↕ Ŧ ۞ ღღ ha detto...

Non so se hai letto il mio post.
Non dico nulla perchè comunque non c'è nulla da dire.
Chi si riempie la bocca d'aria per poi lasciarla andare, sono magari quelli che seguendo gli sbarchi di clandestini donne e bambini morti affogati, magari pensano meglio così non ce li avremo tra i piedi.
Non si fa niente per i vivi, per coloro che dormendo alla stazione vengono cotti da ragazzotti che non sapevano come ammazzare (ed è proprio il caso di dirlo )il tempo.
Mi sono rotto di tutto questo parlare, scrivere con titoloni (ad esempio se ti capita il giornale di ieri..) o pure il decreto legge d'urgenza.(Urgenza de che .. 17 anni d'agonia)
Basta cari ipocriti no ippocrate.
Grazie per lo sfogo
il tuo affezionato Sisifo

Bastian Cuntrari ha detto...

@Sisifo, caro amico, l'ho letto il tuo post di due giorni fa, e ho trovato lì - come in questo commento - la stessa stanchezza, lo stesso senso di impotenza che manifesti qui. E siamo sulla stessa lunghezza d'onda. Non ho lasciato traccia del mio passaggio da te perché l'impostazione religiosa che gli hai impresso, sin dal titolo, mi ha un po' disturbato. Ma ho sbagliato, e te ne chiedo scusa: avrei dovuto rispettare il tuo sentire e il modo di manifestarlo, perché - comunque - la speranza con cui chiudi
(che Eluana sia finalmente libera) è la mia.
Che torni a Madre Terra o ad un Creatore, non cambia. Perdonami.
Ti abbraccio.

ღღ Š î $↕ Ŧ ۞ ღღ ha detto...

Perdonata.Batti il cinque.
Ti auguro un buon fine settimana.
Sisifo

Bastian Cuntrari ha detto...

@Sisifo, gimme five!
Un bacio.

Martina Buckley ha detto...

Ho sentito, che tristezza. L'Italia sta sprofondando nei secoli bui del medioevo. E le dichiarazioni di quell'imbecille di premier che avete che non sa neanche di cosa sta parlando?
La chiudo qui, sale la pressione >:@

Un abbraccio, dear.

il Russo ha detto...

Siamo al Regime Bastian, al Regime.
E come 70 anni fa la Chiesa è corresponsabile, che schifo.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Martina, stiamo tornando indietro.
A ritroso stiamo percorrendo il tunnel, e non vedo luce: sto seguendo le news e lo spettacolo è raccapricciante. Meno di un'ora fa Veltroni ha ipotizzato che Berlusconi "voglia deliberatamente creare un incidente istituzionale": non mi sembra fantapolitica...

XXX

Bastian Cuntrari ha detto...

@Russo, stavo giusto leggendo...
E una notizia mi ha fatto tornare in mente il nostro incontro-scontro di un paio di giorni fa. "Sono esterrefatto: è una situazione da repubblica di Weimar. Quello che è stato approvato oggi è un decreto contro la magistratura e lo Stato di diritto".
Lo ha affermato Maurizio Mori, Presidente della Consulta di Bioetica all'ANSA.

È regime, Russo: e inizio ad avere paura...
Ti abbraccio forte, amico mio.

fabio r. ha detto...

benvenuti nella libera repubblica vaticana.....

Gap ha detto...

Per favore finitela di polemizzare se Berlusconi è in rialzo o meno e se Napolitano è garante o meno. L'attacco, come si diceva, è al cuore dello stato, e questa volta viene dall'interno.
Scendiamo in piazza, già lo stanno facendo a Roma, Milano e altre parti. Non stiamo combattendo solo per Eluana, è in gioco il nostro futuro, la democrazia.
Basta polemiche e spaccamenti in quattro di capelli. Domani saremo in piazza a Roma. Facciamo qualcosa prima che sia troppo tardi.
Gap e Luz

Monica ha detto...

Molti saranno in piazza domani.E credo saranno ormai proteste trasversali avulse dagli schieramenti.Non credo che coloro che abbiamo votato Arcorman non abbiano occhi per vedere e un minimo di giudizio per valutare l'assoluta gravità della situazione.
E poi non solo il giuramento di Ippocrate è carta straccia ,mi viene in mente la costituzione,i diritti del cittadino,quella di ginevra....
Ciao
mk

la bislacca ha detto...

Diamo atto a Fini, e non solo, di essersi distinti, nel coro delle pecore nere prosternate di fronte al vaticano.
Inizio a non avere parole perfino io, Bastian.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Fabio, mi secca che quello che sto per dire sia spesso stato usato come "battuta" per ricordare uno dei predecessori di Napolitano (Scalfaro), ma 'stovolta sono io che
NON CI STO!
Non ci sto a vivere in questo stato talebano, porca puttana! NO, NO E NO!
E scusa lo sfogo...
Un doppio abbraccio, per farmi perdonare.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Bisla, se avessi un'amica le telefonerei, ma non ne ho. Così chiedo a te (e a "lui" manco rispondo...). Mi sembra che anche politicamente (!!) io e te si sia sulla stessa lunghezza d'onda: domani voglio andare al sit-in silenzioso di cui parla GAP: spero solo che non ci sia troppa politica (inevitabile che ce ne sia...). Ma credo di non sentirmela di starmene qui, davanti al PC, a non far nulla.
Sarà una delle ennesime mie cazzate??
Se tu fossi a Roma, ci andresti??
Ti carico di troppe responsabilità, vero Bisla?
Scusami. Un bacio grande.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Monica, scusa per averti "scavalcato" con la riposta a Testa Bislacca: ma siamo parenti (gemelle diverse, e ho un debole per lei...). Spero proprio che sia una protesta trasversale, quella di domani, e non strumentalizzata perché, dopodomani, la sedicente opposizione del PD (che fino ad ora non ha fatto un cazzo! e scusa il francesismo...) possa dire di esserci stata e di aver mobilitato la propria piazza. Non sono di sinistra, ma molto probabilmente domani, sarò là. Magari soltanto per sentirmi meno spaventata...
Ti abbraccio.

Gap ha detto...

Quindi domani ci conosceremo? Spero di riuscire a dormire!!

Bastian Cuntrari ha detto...

@Gap... sceemo! sceemo! sceemo!
Smack!

Joe ha detto...

Dal Blog di Travaglio leggo:
Portatelo via.
Questo blog non si occupa di Eluana Englaro perché ha troppo rispetto per i misteri del dolore, della vita e della morte. Ma non possiamo non occuparci, ancora una volta, di un governo indecente e di un premier fuori controllo che ieri, dopo la bocciatura del suo demenziale decreto incostituzionale e vergognoso, ha sostenuto che Eluana sta benissimo, tanto che potrebbe persino avere figli. In attesa che ci racconti una barzelletta sui malati terminali in coma vegetativo, sulla scia di quelle sull’Olocausto e sulle ragazze stuprate, sarebbe il caso che qualcuno provvedesse a un Tso (trattamento sanitario obbligatorio). In un paese perlomeno decente, in casi come questo arrivano due infermieri e portano via il soggetto in ambulanza, per sottoporlo ad accurati accertamenti.

Io l'ho detto moltissime volte che sono fuggito da giovane da questo manicomio perche' gli italiani mi facevano paura e non mi fidavo di loro. Pero' mai avrei pensato che si potesse scendere in questo baratro.

XXX

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Le frasi di Berlusconi oramai sono chiaramente frasi di un pazzo.

Dico solo che se fermeranno la famiglia Englaro lo stato di diritto risulterà ufficialmente assassinato per cui in tali circostanze ed in tali frangenti.... diciamo che ogni soluzione potrebbe essere praticabile oserei perfino dire ammissibile non essendoci più regole...

Bastian Cuntrari ha detto...

@Joe, ieri sera mi sono rivista "L'ammutinamento del Bounty", versione hollywoodiana (e quindi stravolta) della vera vicenda. Ma mi ha fatto bene lo stesso. Mi domando se non esista, nelle pieghe della nostra Costituzione, o delle nostre leggi (150 mila? qualcuno dice anche 300 mila...), la possibilità della messa in stato d'accusa del Premier. È previsto dall'art. 90 della Carta Costituzionale l'impeachment nei confronti del Presidente della Repubblica ("Il Presidente della Repubblica non è responsabile degli atti compiuti nell'esercizio delle sue funzioni, tranne che per alto tradimento o per attentato alla Costituzione. In tali casi è messo in stato di accusa dal Parlamento in seduta comune, a maggioranza assoluta dei suoi membri.") Possibile che tante menti eccelse qui, nella culla del diritto (?), non trovino un escamotage per mettere il figuro nelle condizioni di non più nuocere??

XXX

Bastian Cuntrari ha detto...

@Daniele, sono con te: allo stato delle cose, tutto può accadere.
E, ribadisco, sono spaventata.
Ti abbraccio, amico.

Le Favà ha detto...

Certo che davvero un mondo Strano. Il giuramento del medico dice una cosa, la legge un'altra. Si cerca di far leva non sull'onore dell'uomo (il giuramento) ma sulla paura dello stesso (problemi giudiziari per non aver denunciato o simili). Si porta l'uomo ad essere meschino, più di quello che già è ora.

I soldi nel sistema monetario si basano sulla quantità di debito che c'è in giro. Più debito, più soldi. insomma è un mondo al contrario, troppo spaccato.

E' la fine di un ciclo, e il bello è che ci hanno portato a dividerci tra di noi. Non loro.

Bastian Cuntrari ha detto...

@LeFavà, sono profonde le tue considerazioni, e danno da pensare...
Hai ragione: le "regole", tutte, sembrano avere due facce, come Giano Bifronte. Su una faccia l'onore e sull'altra la paura; su una faccia il "benessere" che danno i soldi, e sull'altra il metro su cui il benessere è stimato, il debito.
E noi in mezzo: su una faccia uniti contro l'oppressore, e sull'altra divisi in nome di ideali politici. Ma quali? Grazie per il contributo, amico.

Ale ha detto...

ormai la carta è praticamente tutta stracciata...ottimo il collegamento tra titolo e immagine
buona settimana

Bastian Cuntrari ha detto...

@Ale, grazie!
E buona settimana anche a te, caro.