venerdì 16 maggio 2008

Lesa Maestà: chi è lo Re?


L'Agcom (l'autorità garante per le comunicazioni) ha avviato un'istruttoria nei confronti della RAI per le trasmissioni Anno Zero del 1° maggio e Che tempo che fa del 10 maggio, contestando al servizio pubblico presunte violazioni degli artt. 4 e 48 del Testo Unico sul servizio televisivo.
La procedura aperta nei confronti di Anno Zero riguarda la messa in onda dell'intervento di Beppe Grillo del 25 aprile precedente da Torino, in occasione del V2-Day, e le sue frasi nei confronti di Giorgio Napolitano: il comico genovese ha rimproverato il Capo dello Stato di essere il presidente dei partiti e non degli italiani, e di essere un sonnacchioso Morfeo, salvo destarsi all'improvviso e lanciare monìti.

Per quanto attiene, invece, la trasmissione Che tempo che fa, l'istruttoria è ovviamente aperta per le oramai stranote "notizie" fornite da Marco Travaglio su Renato Schifani, Presidente del Senato: "notizie" che - come tutti sanno, tranne evidentemente i signori dell'Agcom - sono già di pubblico dominio, ampiamente riportate già dai giornalisti Lillo, Abbate e Gomez: quindi, in soldoni, minestra riscaldata...

Quello che mi domando, a questo punto, è: chi conta di più? Napolitano o Schifani?
Le affermazioni di Grillo su Napolitano sono, come detto, del 25 aprile: perché l'Agcom rileva solo adesso le "violazioni"? Com'è che all'improvviso Morfeo-Agicom si sveglia e apre il procedimento dopo ben 15 giorni? E com'è, invece, che si scapicolla, dopo solo 3 giorni, alla ricerca di "violazioni" nella trasmissione di Fazio, che è del 10 maggio?
Avanzo un'ipotesi maligna: il trait-d'union è Travaglio e, tramite lui, inizia la purga nei confronti di Santoro e di Anno Zero di cui Marco è ospite fisso. Due piccioni con una fava. Anzi, tre piccioni: black-out in vista per Anno Zero, per Santoro e per Travaglio.
Fine delle trasmissioni.

C
ome diceva Diego Abatantuono nel mitico "Attila, flagello di dio", chi è lo Re?
Napolitano, di cui il Berlusca ha chiesto le dimissioni per poter concedere una carica istituzionale ad un esponente del PD?
O Schifani, definito dal quotidiano austriaco "Der Standard" il vassallo di Berlusconi?

View blog reactions

20 commenti:

Massimiliano ha detto...

Il problema è anche un altro. Come ha fatto notare il buon Travaglio, il Senatore Schifani non ha minimamente smentito quello che è stato detto su di lui. Ha solo (lui, insieme ai suoi colleghi di coalizione, ma anche dell'opposizione) attaccato il giornalista perchè è stata infamata la seconda carica dello Stato....
Viviamo purtroppo nel paese di pulcinella, con tutto il rispetto degli amici napoletani.

Bastian Cuntrari ha detto...

Giusto! Ma "infamata" de che?
Se eliminiamo l'affermazione sulle sue frequentazioni giovanili, rimane il riferimento alla muffa e ai lombrichi che, nella scala dei valori, starebbero subito sotto Schifani...
Ora mi faccio un bel giro in rete per scovare altre affermazioni "offensive" sulle cariche istituzionali, altri intoccabili!

Giuseppe Gatto ha detto...

stiamo messi molto molto male... certo che se sti grandi capocchioni della cosidetta sinistra nelle uniche due occasioni che hanno avuto avessero fatto una seria legge sul conflitto di interesse e sull'assetto televisivo adesso non saremmo confinati nei blog. I media (con quello che DEVONO dire e NON DEVONO dire) sono completamente asserviti al "diversamente alto" ed alla sua enorme cerchia di potere

http://www.giuseppegatto.com &
http://seavreistudiato.blogspot.com

Massimiliano ha detto...

@ giuseppe gatto: hai due blog stupendi! Li ho appena aggiunti al mio google reader.

Scusate l'off topic :D

Bastian Cuntrari ha detto...

La cosiddeta sinistra, caro Giuseppe, ha mostrato purtroppo, ancora una volta, quanto conti di più, per lei, un posticino nella stanza dei bottoni che non la difesa delle poche libere voci che ci sono rimaste...

Bastian Cuntrari ha detto...

@Max! Come ti permetti di sviolinare Giuseppe a casa mia???
Scherzo! Hai visto che bei blog?
Ma ti ho fregato: io li ho sul reader già da un po'...

Fabio ha detto...

vabbè però pure tu citi "der Standard", giornale palesemente comunista in mano a dei comunisti !!

ti abbraccio sempre.

Bastian Cuntrari ha detto...

Fabio caro, come "pecunia non olet", anche "veritas non olet"!
Eh? Te l'aspettavi di sabato mattina una creatività tanto acculturata?
Un abbraccio.

Fabio ha detto...

questa già l'ho scritta un paio di giorni fa in risposta ad un commento sul mio blog, non sapendo che altro dire la riporto:

CAVE CANEM, CAVE CANEM !!

Bastian Cuntrari ha detto...

Fabio, mi hai messo KO!

Bleek ha detto...

Ciao bastian Cuntrari, ricambio la visita.
Noto con piacere che condividiamo parecchi punti di vista.
I presunti provvedimenti citati nel post fanno acqua da tutte le parti, non ben precisati regolamenti interni tutti da verificare.
Peccato per il povero Fazio che si è dovuto umiliare in così malo modo, pare che la reazione dell' Indipendent sia stata di paragonare le scuse di Fazio alle comunicazioni di regime cinesi.
Se vuoi una discreta collezione di insulti recenti e ignorati nei confronti delle istituzioni, scorri la pagina iniziale del sito di Annozero...

Bel blog...

Bastian Cuntrari ha detto...

Grazie Bleek per la visita.
Suggerisco ai miei amici di fare un salto sul suo blog: ne vedrete delle belle!
E non è un modo di dire...

Massimiliano ha detto...

@ bastian cuntrari: Fatto e anche questo messo nel google reader ;)

riccardo gavioso ha detto...

sono abituati a fare le cose per bene, hai ragione: partiti da Travaglio risalgono tutta la filiera... la verità è ostinata come la gramigna, se lasci le radici, riparte più veloce di prima.

Bastian Cuntrari ha detto...

Sono contenta che tu condivida la mia analisi, ma - allo stesso tempo - me ne dispiace.
Alla fine di questa storia vorrei poter dire: "Che fortuna! Ho sbagliato!"
Ma temo che non sarà così.
Mi consola l'informazione botanica che mi hai dato: da buon pollice nero, non la conoscevo.
E allora, sotto a piantare la gramigna della verità.
Ti abbraccio.

marina ha detto...

Ma l'opposizione mi fa ancora ancora più disperare! Un coro di voci scandalizzate e nessuno a dire: ha detto il falso? No? e allora perché deve tacere?
la vedo molto brutta per l'informazione, sempre peggio
marina

tasti ha detto...

E il neo ministro della Giustizia che va al matrimonio di un suo caro amico e "non sapeva" che il padre della sposa era un capo mafia? M'avesse fatto una telefonata lo informavo...
E il bel pezzo che ci mandano gli italiani all'estero, Esteban Castelli?
:-(

Bastian Cuntrari ha detto...

@ Marina.
Opposizione?
Carneade, chi era costui?
Lo so che non ti va giù, ma l'unico che ha parlato, dell'opposizione, è Di Pietro...

Bastian Cuntrari ha detto...

@ Tasti, e che cavolo!
Ma come facevi a saperlo?
Sarai mica della CIA???
Oppsss... allora anch'io sono della CIA!
Lo sapevo pure io...

tasti ha detto...

muuuuhahaha!
... ed io che credevo di far colpo!
ma non sapevo che operassimo nella stessa agenzia investigativa!
;-)