lunedì 15 giugno 2009

Il Vendicatore Nero,
ovvero: 'Na tazzulella 'e cafè...

Noi, per un predone del deserto, tiriamo fuori l'argenteria "buona", srotoliamo tappeti rossi, concediamo i giardini di nostre residenze storiche per un campeggio estemporaneo di dubbio gusto.
Noi, per un predone del deserto, l'abbiamo presa in berta per 3-giorni-3 e abbiamo anche permesso che un ramo del nostro parlamento restasse inchiodato agli scranni per 2-ore-2, sinché un Presidente non ha detto "basta, porca troia!" (o qualcosa del genere...) ed ha annullato l'incontro, visto che lo sgradito ospite - senza neppure una telefonata di scuse - aveva già maturato tanto ritardo.
"
Aveva la bua al pancino!", riferisce Massimo Baffino D'Alema: se aveva la diarrea, Manitou - o chi per lui - ha esaudito le mie preci. Ma lo smentisce la stessa ambasciata libica: "Il ritardo è dovuto alla preghiera".
E 'sti cazzi, non ce li metti?
Che minchia prendi l'appuntamento per quell'ora se poi devi stare a culo all'aria per la preghiera del venerdì? Ovviamente il nano non ha aperto bocca e ha fatto - come sempre - pippa. Riuscendo comunque a rimediare - al solito - una bella figura di merda per noi italiani - tutti - che accogliamo come un re questo pezzentone.


Ma ecco che odo uno scalpitar di cavalli a occidente... e arriva! Arriva sul suo bianco destriero il Vendicatore Nero (pure la rima m'è riuscita...)! E il boss de' noantri, l'abbraccia-Putin, er mejo maggiordomo del deserto, l'amicone di George-Dabliu fa il suo arrivo trionfale (?) nella terra d'oltreoceano, ove è ricevuto con tutti (??) gli onori e parteciperà ad un pranzo di gala... no... niente pranzo... dalla regìa mi dicono che sarà una cena... no, manco quella... Il Padre-Padrone... rectius: il Papy-Padrone di mezza Italia si fermerà - a colloquio con Barack Obama - solo per il tempo di un "caffettino"!!
E il sito della Casa Bianca non si caga di pezza la sua visita (
ibidem)!

Godo come una porca maiala. Ci voleva lui, Obama, per riportare il nostro (???) con i piedi per terra; per rammentargli che è un Mr Nessuno nel consesso internazionale (fatta eccezione per qualche ridicolo dittatorucolo con la faccia tanto tirata che Nancy Reagan gli fa una sega) e per vendicarci (e vendicarsi) delle tante umiliazioni subìte.
Solo 'na tazzulella 'e cafè, schifoso e pisciato, perché io gli americani li amo... ma il loro caffè è una vera cioféca!! Purtroppo manco corretto con il nostro famoso amaro dell'Ucciardone... E tornerà, iddu, tornerà...
♫ E nuje passammo 'e guaje...♫
♫ nuje nun putimmo suppurta'... ♫

Ma dopo lo "schiaffo di Washington" (in rapporto al quale quello di Anagni impallidisce!), almeno una soddisfazione ce la saremo tolta! I love Barack Obama!


32 commenti:

il monticiano ha detto...

Una cronaca perfetta sino ad ogni più piccolo dettaglio.
Ecco come dev'essere fatto un telegiornale che deve dire la verità.
Siccome la verità come l'hai descritta tu non l'ha detta nemmeno uno dei tg di rai-set
perchè non provi a sostituire il lecchino fede-le così la nazione intera se lo toglie dalle cosiddette?

Franco ha detto...

Si! Così! Cattiva!
Baciotti...

Alessandro Arcuri ha detto...

Uh quanto godo! Peccato che le scimmiette ammaestrate che gestiscono l'informazione italiana faranno passare la visita in USA del ridicolo nanerottolo come un evento epocale in cui Obama gi avrà sicuramente chiesto consigli su come governare il pianeta e -già che c'è- anche su come soddisfare orde di femmine assatanate...!

Martina Buckley ha detto...

I media americani guarderanno questa "visitina" come una sorta di "esame" della reputazione di Berlusconi, che in America è considerato ormai un pagliaccio pedofilo. Goditi questo estratto da Washington Post di oggi (il New York Times non se lo fila neanche):

The leaders offer a striking contrast.

Obama is a young, dynamic president with a squeaky-clean family image and a reputation for self-control - hence his nickname, "No Drama Obama." He is much admired abroad, especially in Western Europe.

On the other hand, Berlusconi, a media mogul and one of Italy's richest men, has been plagued by criminal trials, conflict-of-interest accusations, tawdry scandals and headline-making gaffes that have drawn scorn from other countries, although they have done little to lower his high popularity rating at home.

Berlusconi made headlines shortly after the U.S. presidential election when he said Obama is "young, he's handsome and he even has a good tan." The Italian leader, however, has traditionally entertained very friendly relations with the U.S. and he's seeking to establish a personal relationship with the young, popular president akin to the one he had with Bush.

"Berlusconi has to show the world after all his antics of the past month-and-a-half that he is a world-class statesman and not an aging clown," said James Walston, a political science professor at the American University of Rome. "And he must be careful not to just drop bricks."

ANNA ha detto...

Certo che la parola "delicatezza" non esiste nel tuo vocabolario eh?! ahahahhahahahahhahahah sto ridendo da ieri sera. Pensa che ero passata di qui a leggere, ma non sono riuscita a lasciarti commento tanto che me la ridevo e non sapevo nemmeno cosa scriverti! :)) Te possino! A sto punto vorrei dedicarti una canzone "in tema" ihihihihih http://www.youtube.com/watch?v=zRV7RAg5iyA kiss! ;)

Punzy ha detto...

dai dai scommettiamo sulle reazioni; io dico che quando torna il nano dirà che Barak l'ha rcevuto con tutti gli onori e che gli offerto michelle per una notte...

Bastian Cuntrari ha detto...

@Monty, grazie! Veramente un'audizione a Rete 4 l'ho fatta, ma me ne sono uscita con un "che cojoni!!!" leggendo l'87^ notizia sul nostro (??) nello stesso tiggì.
E non era un fuori-onda! Ahahaha...
Un bacione, caro.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Franco, dài... dimmi che tra un po' mi farai la serenata...
Ho scritto questo post "cattivo cattivissimo" sperando che venissi a trovarmi, e - nonostante il fastidio dei pantaloni strettissimi in mezzo al sedere - mi ero vestita così...
Ti abbraccio.

duhangst ha detto...

E lui nel tentativo estremo di ruffianamento, porta la proposta di mandare maggiori soldati in Afghanistan..

Bastian Cuntrari ha detto...

@Ale, obiettivamente (perché dobbiamo esserlo, vero?) io speravo in una accoglienza un po' più freddina da parte di Obama. Il fatto che gli piaccia "personalmente" l'ho capito poco. O forse si tratta di strategie diplomatiche che non fanno proprio per me. Magari, dovendogli rifilare 3 detenuti di Guantanamo doveva necessariamente mostrarsi disponibile.

Ma, come si dice a Roma, mi sono riconsolata "co' l'ajetto", e mi sono riguardata il video di 3 anni fa (marzo 2006) del discorso del nano al Senato USA e di come l'allora senatore Barack Obama ha accolto l'intervento del nostro: è un'altra goduria ed è qui.
Buona visione, amico mio.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Martina, grazie per il compito a casa... Ho tradotto e me la sono goduta tutta la disamina del "faccia a faccia" tra i due politici...
O meglio, tra il politico e l'indagato gaffeur.
E poi Joe dice che non dovrei amarli, gli americani! Ma io li adoro solo per il fatto che hanno avuto le palle di scegliersi Barack come Presidente!
Un bacione.

ANNA ha detto...

Ma nooooooooo ho visto pure il video che hai linkato! Troppo bello! Troppissimo! :)) I LOVE OBAMA!

Bastian Cuntrari ha detto...

@Annare', sapessi quanto mi fa piacere quando qualcuno mi dice che si è divertito leggendomi! Insomma, ti ho fatto andare a ninna di buonumore: a qualcosa servo allora, no?
E grazie per il regalo del grande Roberto: ma sai che io ho ancora tutta la sua collezione di "Napoletana" (10 o 12 LP) e che mi sono comperata anche il cofanetto dei CD?
Ciao, piccere'!

Bastian Cuntrari ha detto...

@Punzy, se Barack gli avesse offerto Michelle per una notte (e lei avesse accettato), iddu non tornerebbe! Alta più di un metro e ottanta e giunonica, lo schiaccerebbe come un moscerino, quel nanaccio!
Un bacione.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Duhangst, è vero: ma se - come sembra dalle agenzie - saranno impiegati solo "per il periodo delle elezioni" afgane, credo che tutti i paesi che hanno a cuore che un barlume di democrazia riesca ad arrivare anche la, dovrebbero collaborare.
Speriamo bene.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Annare', fico eh??

l'incarcerato ha detto...

Si, però mi sento di fermare tutta questa simpatia per gli USA. Insomma c'è Obama, ok! Non si fila Belrusconi, va più che bene! Ma alla fine rimaniamo sempre una loro colonia, prova a dirlo agli abitanti del sud america se amano così tanto gli USA anche se c'è Obama.

Un abbraccio Bastian!!

Bastian Cuntrari ha detto...

@Incarcerato, è stato proprio un evento epocale la nostra sintonia sulla questione referendum!
Potrei anche chiederlo, a qualche sudamericano se ama gli Stati Uniti, anche se Obama - molto modestamente - ha dichiarato di avere tanto da imparare sull'America Latina.
Però tu lo domanderai a qualcuno che era a Roma ai primi di giugno del '44. Oppure domanderai se i parenti dei 45.806 caduti americani sul nostro suolo tra il '44 e il '45 ci considerano proprio una colonia, e non semplicemente il paese - senza etichetta alcuna - in cui i loro ragazzi hanno perso la vita per restituirci quella libertà di cui, ancora oggi, noi tutti godiamo.
Come sempre, ti abbraccio.

Joe ha detto...

Sui giornali canadesi neppure una riga sulla visita dell'omuncolo alla Casa Bianca. Quello che i Berluscones non capiscono e' che lo psicowhatever all'estero viene visto con disprezzo in quanto rappresenta la parte piu' infima del paese.

P.S. Odio pure io il caffe' "lungo" degli anglosassoni.

Joe ha detto...

Bastian: here we go again.
Da documenti ormai declassified da diversi anni siamo venuti a sapere che i generosi americani avevano un piano di occupazione dell'Italia se i comunisti fossero venuti al potere nelle elezioni del 1948. Questi sono fatti storici che fanno capire assai bene quali furono i veri interessi geopolitici degli USA per l'Italia anche se simpatizziamo tutti per i caduti di guerra americani che hanno contribuito a liberare il paese. Liberarlo prima per poi colonizzarlo dopo.....

xxx

Alessandro Arcuri ha detto...

@ Joe:
...la dice lunga questa vignetta del sempre mitico Stefano Disegni!

Joe ha detto...

@Alessandro:
siamo arrivati al punto in cui dobbiamo rivolgerci ai vignettisti per conoscere la verita'.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Joe 1-2 e Alessandro.
Lo immaginavo che i canadesi non riportassero nulla sul nano: figurarsi, se ne fregano gli americani e a loro, cosa vuoi che interessi?

"...siamo venuti a sapere che i generosi americani avevano un piano di occupazione dell'Italia se i comunisti fossero venuti al potere nelle elezioni del 1948...
Liberarlo prima per poi colonizzarlo dopo..."

Ma non lo hanno fatto, miei cari.

Baci, a tutti e due!

P.S.: a parte tutto, la vignetta di Di Segni è davvero divertente!

Joe ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Joe ha detto...

Ma non lo hanno fatto, miei cari.

Mia cara, vinsero infatti i democristiani che concessero agli americani la presenza militare permanente sul territorio italiano. Nel 2007, da dati rilasciati dal Pentagono (documento che si chiama "Base Structure Report" e si trova sul sito del Dipartimento della Difesa USA - www.defenselink.mil - con la parola chiave "bsr") siamo a conoscenza che nel nostro paese sono presenti 12 strutture militari USA per l’esercito, 21 per la marina e 16 per l’aviazione, per un totale di 49 installazioni, piú altri 40 definiti come "insediamenti minori". Totale: 89 installazioni, alle quali vanno aggiunte le strutture NATO ed eventuali strutture non menzionate nei rapporti ufficiali. (puoi leggere il resto qui http://www.duesicilie.org/spip.php?breve15).
Quante basi militari ha l'Italia negli USA? Se mi ricordo bene l'impero romano consolidava il suo potere nelle colonie con basi militari permanenti.

xxx

Bastian Cuntrari ha detto...

@Joe, cazzarola! Ma ho fatto una scoperta terribile! Tutto il mondo è una colonia americana! Ho trovato questo link (in italiano...) e - tra gli altri - mi lasciano sgomenta le basi in quella sputazzetta del Belgio (20!) e in Grecia (58!). Quelle della Germania e del Giappone manco le ho contate, perché mi si impicciano gli occhi. Be', dài, per essere coloni siamo in buona e nutrita compagnia...

xxx

Joe ha detto...

Allora, mal comune, mezzo gaudio?

xxx

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ehi noto che quando L'Incarcerato passa di qui il Bastian Cuntrari lo fa lui LOL!

Onetamente trovo che sia significativo quanto é successo con Obama. Obama che, per inciso, sta realizzando quanto ha dichiarato di fare e sta agendo bene negli USA per ora.

Ciao Bastian (quella vera eh LOL!)
Daniele

Bastian Cuntrari ha detto...

@Daniele, è vero! Siamo stati d'accordo solo una volta! Ma è anche per questo che continuiamo a commentarci reciprocamente e ci vogliamo bene...

Su Obama, io e te siamo sulla stessa lunghezza d'onda! Ti abbraccio, amico.

Joe ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Joe ha detto...

Se hai voglia di cimentarti leggi qui le porcate di Gadhafi e il suo speciale tipo di femminismo. Che lo psiconano lo abbia invitato con tutti gli onori di stato dice molto su che tipo di individuo sia il premier italiano.

Ormoled ha detto...

Bastian sei mitica, meglio di così non potevi metterla giù sta cosa.
Secondo me il nano ha avuto ne più ne meno che quello che gli spettava, insomma uno non può fare quello che vuole e poi non pensare che non ci siano conseguenze.
Buon venerdì, ciaooo :)