domenica 5 ottobre 2008

"Lui" e le donne:
non tutte le ciambelle...

A Silvio "Rudy" Lavandino
qualche volta
gli dice pure pedalino!

Tanto per cominciare ha l'animo "femminista e sessantottino" (*azzo, Pe'!), Nicoletta Gandus: con altri e ben più vergognosi cadaveri nell'armadio. Nel 2001 firma il manifesto «Non in mio nome», un appello di condanna della politica israeliana nei confronti dei palestinesi (porca miseria!) ed è femminista attiva nel collettivo «Donne in magistratura» e frequentatrice assidua della «Libreria delle donne» (eh no! inaudito!). Cilegina sulla torta, così si pronuncia in merito legge sulla fecondazione assistita: «È un concentrato di barbarie giuridica, sadismo misogino, ipocrisia e integralismo, ma anche fonte immediata di sofferenze, ingiustizia e discriminazione sociale» (al rogo! al rogo!).
In breve "è un mio palese nemico politico", afferma l'uomo di Arcore. Ma i colleghi di Nicoletta, i magistrati della Corte d'Appello di Milano, nonostante la ricusazione dei difensori del Silvio, l'hanno lasciata a condurre il processo Mills, certi della sua imparzialità. Forza, Nikky, sei tutti noi!
Qui il link dell'articolo.

28 commenti:

gap ha detto...

La diversità di idee, anche di quelle sottigliezze tra coloro che la pensano quasi nello stesso modo, arricchiscono. Quindi sei sempre benvenuta nel mio blog e se un giorno ci incontreremo ci sarà una base di condivisione che ci permetterà di portare avanti tanti bei discorsi.
Anche oggi ti sei creata un alibi per la solita bevuta. Noi ci siamo fatti una polenta taragna parlando del mio post e del tuo commento, ti assicuro che nessuno è stato cattivo nei tuoi confronti. Gli avrei menato.
Come il Russo (perchè lui si e io no?) ti mando un voluttuoso bacio, sempre marito permettendo!!

Bastian Cuntrari ha detto...

@Gap! Whow...
Temevo di non essere riuscita, per la seconda volta, a spiegare bene "la sottigliezza"... Grazie per avermi rincuorato:
e un GRAZIE ai tuoi compagni di polenta tartagna (che non conoscevo: ho cercato su Google...) che, mi pare d'aver capito, sono stati un po' i miei difensori d'ufficio, con tuo grande scuorno!
E non mi dire che, con la polenta, non ci hai dato dentro anche tu, col ciuccio!
Restituisco volentieri il bacio voluttuoso e ti auguro un'ottima serata, caro!

gap ha detto...

Comunque c'è una risposta alla risposta, se vuoi possiamo continuare la discussione!!

gap ha detto...

Comunque in Valtellina, dove abbiamo conosciuto questa ricetta, cucinataci dall'amico Helios, si chiama polenta taragna. Al punto che nella confezione comperata in loco, del Molino Scotti, dicono "Taragna valtellinese".
Scusa ma sono anche un po' pignolo, o come mi dicono a casa e sul lavoro, uno sfascia....

Bastian Cuntrari ha detto...

@Gap 1 e 2: ho già letto il tuo commento alla mia replica, ma l'ultima frase ha bloccato le mie dita sulla tastiera. Se non ci fosse stato l'equivoco di fondo, dunque...

Per la polenta e la tua precisione (non ti preoccupare, adoro chi mette i puntini sulle i: ne ho sposato uno di rompicog... ehm... di pignolo!).
Ho sbagliato a scrivere taragna (valtellinese, col formaggio incorporato), e ho scritto tartagna: ma lassù qualcuno mi ama! Guarda qui (al quinto capoverso)!
Un beso, rompino!

Joe ha detto...

Pare che Nicoletta sia la persona giusta al posto giusto e dopotutto i suoi nemici sono nostri amici.

Bastian, non farti incantare dalla polenta. O l'adori o la odii. Io da buon piemontese appartengo al primo gruppo ed ho pure creato variazioni canadesi come moose cormeal che fanno impazzire i miei amici.

XXX un po' shy in quanto non appartengo al gruppo dei voluttuosi.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Joe, sempre più difficile!
"Moose" è l'alce, e va bene, ma cosa significa "cormeal"?
La polenta? Io l'adoro, ma come si fa al nord:
col condimento ristretto e non sbrodoloso che fanno qui 'sti terùn con le le salsicce e le spuntature di maiale.
E poi la voglio mangiare da sola, nella mia personale scifetta di legno: qui la mettono in mezzo al tavolo, su un maxi tagliere e si mangia tutti da quell'unico piatto...

Io non sono per niente shy (ho visto la foto...) e dunque XXX

Joe ha detto...

Bastian, scusa ma ho scritto cormeal invece di cornmeal (polenta in inglese).

XXX OK, normali....

Bastian Cuntrari ha detto...

@Joe, TKS...

il Russo ha detto...

Qua si poteva discutere della Gandus, del concetto di Giustizia, della dignità delle donne e che ti fa il perfido Gap? Ti parla della (buonissima) polenta taragna! Quell'uomo è un destabilizzatore...

Bleek ha detto...

Direi che aveva ragione Vauro che con la sua vignetta augurava a Berlusconi, in occasione del suo compleanno, "Mills di questi giorni"...

Wil ha detto...

Cara Bastian (friulanizzata di fatto per il solo nick), non ti arrovellare troppo.

La brava Gandus probabilmente condannerà Mills, ma il solito Silvio si potrà permettere un processo nuovo di zecca, fra qualche tempo ... senza questi "nemici del paese".

Per di più è già matematicamente prescritto per questa prescrizione ...

Ovviamente lo smacco sarebbe enorme qualora vi fosse condanna per Mills, ma niente di più.

Nel futuro più remoto voglio un post dove riparli di quella Roma che mi affascina così tanto ... sedi di partito, ideali ... ahahha a presto!

Wil

Martina Buckley ha detto...

@Joe: OT clamoroso (scusate ma non resisto). Ma moose cornmeal cosa sarebbe? Polenta e alce?
:D
Il mio animo vegetariano spera proprio di sbagliarsi :)

Joe ha detto...

Sorry martina, ma polenta e alce e' proprio giusto. Ho un amico che viene dal Newfoundland e, una volta all'anno, caccia un alce che poi taglia a pezzi, congela e distribuisce a famigliari e amici. L'alce e un problema per quest'isola in quanto specie importata e senza predatori naturali, per cui si controlla il gran numero con la caccia.
Io non sono cacciatore e mi limito a fotografare questi stupendi animali, ma l'offerta dell'amico e' ben accettata in quanto la carne e' molto gustosa.
Scusa se ti ho fatto rabbrividire con questa spiegazione che non credo mi esoneri ai tuoi occhi. Ho un caro amico che e' buddista e vegetariano. A lui questo piatto non lo offrirei certamente....

Martina Buckley ha detto...

Non ti preoccupare Joe, non sono particolarmente rabbrividita, d'altronde in Italia e in Francia mangiano tranquillamente cavalli ed in alcuni paesi (tipo l'irlanda) mangiare un cavallo equivale a mangiare un cane :D! Per cui è un fattore culturale, figurati in Finlandia allevano le renne tipo mucche e ci fanno pure il prosciutto :)
Pensavo fosse una ricettina che non includesse un filetto, ma nessun giudizio, anch'io ho un'amico che occasionalmente caccia il cervo (e lo macella), i cervi qui in Irlanda sono diventati una sorta di peste perché Homo sapiens ha sterminato l'unico predatore naturale che avevano: il lupo.
Alla fine della fiera è sempre colpa nostra ;)

Comunque si avvicina Halloween, ed un nostro amico di Toronto ci dice sempre che in Canada è una stagione bellissima, confermi?
Buon lunedì.

P.S. Bastian, scusaci per il clamoroso OT, ma ormai non nutro più alcun rispetto per lo psicounto :p

Prefe ha detto...

è facile per lui metterla così.

Se uno è per i politici onesti è chiaramente un suo palese nemico politico!

Joe ha detto...

martina, l'autunno e' la stagione piu' bella. I colori sono semplicemente spettacolari e diversi da quello che vedete in Europa in quanto dominano i rossi intensi dei sugar maples (acero canadese).

Bastian Cuntrari ha detto...

@Russo, hai ragione da vendere!
Quel tipo là, sempre pronto a suonarmele (verbalmente) di santa ragione, approfitta della mia bassa soglia d'attenzione nel week end, e mi trascina in un dibattito gastronomico sulla polenta!
(Lo adoro, per questo!)
Un abbraccio.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Bleek, sììì! Bellissima!
Un bacio...

Bastian Cuntrari ha detto...

@Wil, è vero: quand'anche si accerti la colpevolezza di Mills - che proverebbe il reato commesso da Berlusconi - ci troveremmo di fronte all'ennesima prescrizione. Ma credo sia meglio di niente: magari qualcuno potrebbe iniziare a pensare che - tra il tanto fumo - ci sia anche un po' d'arrosto.
Un post sulla vecchia Roma?
Non appena sarò ispirata, sarai servito.
Un abbraccio.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Martina e Joe!!!
Cazzo, ma questo sta diventando il blog di Nonna Papera, con 'sto scambio di ricette!!! A quando la torta di mele?
(hihihi! Joe, l'hai fatta incazzare, Martina l'erbivora... ehm... la vegetariana!)
Vi abbraccio, tuttie e due.

Joe ha detto...

@bastian: hai ragione boss, we've been led astray by the mythical polenta. Mea culpa......

XXX

Martina Buckley ha detto...

AhAhAh, questa era divertente, Bastian! Ma sai che il Manuale di Nonna Papera di quando ero bambina ce l'ho ancora? Avrà almeno 35 anni! L'jho ritrovato qualche tempo fa rovistando nella cantina dei miei ;)
E giuro che non sono inc... ehm, arrabbiata ;)
Buon lunedì.

gap ha detto...

Da perfetto italiano, riduco tutto a tarallucci e vino. Vediamo, che vino abbineresti con i tarallucci?

Bastian Cuntrari ha detto...

@Martina e Joe, lo sapete - vero? - che queste ciàcole mi piacciono tantissimo! Sennò, che salotto di amici sarebbe?
Kisses

Bastian Cuntrari ha detto...

@Gap, ariecchetelo, tie'...
Premettendo che i vini del Lazio non mi piacciono, insieme puccerei volentieri i taralli in un Aleatico DOC dell'Isola d'Elba o in un Vinsanto del Chianti classico...
Promossa, 'sta 'mbriachella?
Un bacio.

gap ha detto...

Ma che ne so io di che vino abbinare.....
Ci sei cascata!!!
Comunque dipende dal tarallo, se dolce o salato o piccante, se napoletano o pugliese ... ma soprattutto dalla compagnia.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Gap...

Smack!