domenica 10 marzo 2013

Uàntàcc'

1644: Innocenzo X ce li ha!
Presidente Napolitano, so che Lei è un grande appassionato di storia.
Mi permetto di suggerirLe dunque, in vista dei prossimi incontri per la formazione del nuovo governo (??), di adottare una pratica che - si dice - risalga alla fine del IX Secolo, quando si vide assurgere, al soglio di Pietro,  Giovanni VIII (che in realtà era una porca femminazza) entrata in quella cerchia maschilista grazie alla sua bravura nei travestimenti e passata alla storia come Papessa Giovanna.

Va bene... va bene... pare si tratti di una leggenda, ma c'è un aspetto della faccenda che veramente mi intriga. Sembra che successivamente a quella elezione - per non essere fregati nuovamente da una donna o da un eunuco - il nuovo papa dovesse sottoporsi ad un esame corporale da parte dei diaconi più giovani: maestosamente seduto su una sedia di porfido rosso in cui era stato praticato un foro, il neo eletto subìva una toccatina esplorativa delle pudenda perché venisse accertata la sua virilità. E se tutto era come si supponeva fosse, l'esaminatore urlava a gran voce "virga et testicuolos habet!" e tutti i cardinali tirano un sospiro di sollievo e dicono "Deo gratias...".

Ecco, dovrebbe adottare questa pratica Signor Presidente - una smucinatina, e che sarà mai? Qualche corazziere si offrirà pure volontario, no? - magari con una piccola deroga sulla presenza degli attributi. Perché vede, che abbia o meno il pisello non ce ne po' frega' de meno... Ma i coglioni, cazzo, quelli li deve avere per forza! E non importa che siano liftati come quelli di George Clooney, o 'na specie de pelle de daino fràcica e umidiccia come presumo siano quelli del tizio che ha pure il culo moscio.

Parlo di coglioni veri! Schiena dritta, capace di alzare la voce quando serve, non perennemente prono e disponibile ad ogni compromesso. Qualcuno che non faccia ridicoli paragoni con bambole spettinate e giaguari da smacchiare. Che non ci freghi i soldi sui conti correnti di notte. Che non sia uno di quei virgulti ultraottantenni - rispettivamente classe 1922 lei, 1933 lui, più un gastronomo che prepari le pappette -  sponsorizzati da un loro coetaneo, per quanto Premio Nobel... Insomma, Presidente, qualcuno che "rompa" (latu et strictu sensu) con il vecchiume di cui non ne possiamo più.

Ma poi, pensa che figata Preside'! Te fai moderno pure te! Ce stanno li televisori, li compiutere, li cellulari co' 'r tacc scrin... e tu t'enventi "er premier co' 'r tacc cojons"! Da sballo, 'tacci loro!! 

P.S.: ovviamente parlo di coglioni in senso figurato: una donna mi andrebbe non bene, ma benissimo! Ma la questione era troppo divertente...

4 commenti:

il monticiano ha detto...

Bastia', nun sortanto ner senso figurato credeme ma cne anche je fumino ner senso de manna' a fasse fotte'un ber numero de ggente che da
troppo tempo ce l'ha rotti a noi li stessi cosi...come se chiameno...be' se semo capiti.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Monty!!!
Cojoni, se chiameno... cojoni!
Sì, fumanti e che si fottano tutti gli altri.
Mi sono davvero stufata, sai? Qui non si cava un ragno dal buco...

Bacioni, caro.

O.T.: ricevuta la mail?

Cristiana Moro ha detto...

Eh Bastià, qui ci vorrebbe una punizione divina, del tipo de piaghe d'Egitto, un'epidemia di gonorrea, volgarmente detto scolo, che colpisse i maschi di mala volontà, zac-zac.
Te lo immagini un Grillo che sbraita con la voce 'bianca'
Cristiana!

Bastian Cuntrari ha detto...

@Cri, non vorrei solo "immaginarlo"...
Cattiva-cattivissima!!!

Buona settimana, cara.