venerdì 21 settembre 2012

Te la dò io la spendingreviù

Nun ve lo volevo di', ma - da 'n par de mesi - lavoro ar Commune. So' l'Assessora alla lotta all'evasione e alla spendingreviù. O a li sordi, comme ve pare... Er fatto è nato quanno er sindaco m'ha sentito che stavo a parlà co' Nando er fruttarolo ar mercato, e je stavo a di' come era proprio 'na chiavica, er mercato rionale: "Er commune dice che nun c'ha li sordi p'aggiustallo, sora Luci'...". E io j'ho risposto comme l'avrei fatto io, a trova' li sordi e a fa' er tajio de la spesa: tanto, c'avevo preso la mano, a furia de tajià su la spesa de casa. Er sindaco - un ciccione der cazzo che pare Ollio 'ngrugnato - m'ha detto, co' 'na faccia da paraculo che se lo portava via: "Allora, si sete così bbrava, venite a fa' l'assessora ar Commune e fatece vede' come fate voi! Che ve credete? Che noi semo 'na manica de peracottari, che nun li famo, li taji??". Veramente je stavo a di' ch'erano 'na manica de' fij de' 'na mignotta, ma ho fatto pippa e so' ita ar Commune a principia' - aggratisse - er lavoro.

Nun c'ho dormito la notte, pe' capi' indove dovevo mette le mano, e così ho deciso de pija' de petto l'evasori. Che davero me stanno sur cazzo. Li politici - ce lo sanno tutti - rubbeno: ma sape' che puro quello der piano de' sotto piagne er morto e fotte er vivo; c'ha la parabbola co' Scai, nun paga er canone tivvù, c'ha er suvve e risurta ch'è 'n morto de' fame e se pija li bonus all'asilo... 'tacci sua! me vie' er sangue all'occhi!

La prima idea m'è venuta quanno stavo a parla' co' la sora Mena - porella! - che j'è morto er marito giusto 3 mesi fa. Allora me so' 'nnata a controlla' li morti de' l'artr'anno (152) e ho chiamato tutti li parenti der morto. "Chi v'ha fatto er funerale? Quanto avete pagato?" E poi ho fatto controlla' le fatture de li cassamortari: a parte er fatto che, su 152 funerali, ce staveno fatture solo pe' 64, le fatture erano tutte più basse de li sordi che quei poracci avevano cacciato! E così ho chiamato la finanza che ha fatto er blizze, e mo' un po' de piccioli de tasse evase ariveranno anche ar Commune.

Poi ho letto che l'IMU, su una casa sfitta, costa de meno de 'na casa fittata. Allora ho preso la lista de tutti quelli c'hanno dichiarato d'avecce la casa vòta e ho chiamato li viggili urbani: "Pijateve 'sta cartocciata de GuglMaps e annate casa pe' casa da 'sti stronzi e si ce trovate quarcheduno ve fate dà er contratto d'affitto. Si nun ce l'hanno, me portate qua er padron de casa che - primus - ce deve da rida' artri sordi dell'IMU; secundus, j'applico l'addizionale comunale IRPEF; terzus chiamo la finanza che je fa' er culo come n'ora de notte. E quartus - si l'acchiappo - lo pijo pe' le 'recche e lo scarto come 'na golia".

Er sindaco è venuto tutto contento! "Ma", me fa quer cojone, "de spendingreviù nun ce ne sta mica tanta, qua! Vedete, sora Luci'? Nun è facile tajà le spese del'amministrazzione!". E qui te volevo, brutto fijo de 'na mignotta! J'ho sbattuto sur grugno 'na mezza chilata de fatture der Commune e n'ho presa una a casaccio: "Diteme 'n po' sor sindaco... ma come mai che vedo qua che 3.000 volantini de l'asili comunali so' costati 5 mila euriki? Io c'ho altri 10 preventivi che me so' fatta manna' d'innascosto, e a me, me costano manco 1.000 de euriki! In più er sor Filippo de la tipografia indove l'avete fatti stampa', m'ha detto che ha fatto puro le partecipazzioni der matrimonio de la fija dell'assessore e quelle der battesimo der pupo de vostro fijo! E mo' c'ho puro da controlla 'sto conto de "lavori di pittura" ar cesso der Commune (6 mila euriki!) che - guarda caso - so' stati fatti quanno quell'artro assessore se stava a ristruttura' casa... E poi, comm'è che le matite de le scole ce costano 1 euro ciascuna? Eh, sor sindaco... c'ho ancora tanto da lavora'...".

Mo' m'ha telefonato Oreste, mi' marito: so' arivate du' raccomandate. La prima è der sindaco che assomija a Ollio, e m'ha licenziata. La seconda è de Grilli... no Grillo... er ministro, quello ch'assomija a Stanlio... che me vo' fa' viceministra alla spedingreviù. Ce devo da penza'... coll'aria che tira me rottameno subbito!

16 commenti:

il monticiano ha detto...

Dopo tutti questi colpi di genio sono fermamente convinto che la carica di viceministro per te è poca
cosa. Vedrai che tempo uno o due mesi al massimo sarai chiamata al Quirinale per ricevere l'imcarico di formare un nuovo governo con te come Presidente del Consiglio.
E così si fa un po' di piazza pulita
Saluti tanti,
aldo.

cristiana2011 ha detto...

Mi hai fatta ridere fino alle lacrime.
A voi romani non manca lo spirito pungente, ma tu li batti tutti.
Ciao
Cristiana

Alberto ha detto...

Da ridere, sì, e per questo i miei complimenti. Ma assessore così, che hanno imparato dalla lista della spesa a risparmiare, ce ne vorrebbero. Ho detto a risparmiare, e aggiungo a beccare i ladri.

Blogaventura ha detto...

Divertente e... decisa. Non so perchè ma mi è tornata in mente la grande Nannarella quando faceva l'Onorevole Angelina. Un salutone, Fabio.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Monty, mentre scrivevo il post e immaginavo quei banalissimi "provvedimenti" che ho descritto, mi domandavo: "Ma se ci arrivo io, che sono cretina, perché è così difficile per i cervelloni che ci governano applicarli?"
Mi sembra la scoperta dell'acqua calda, ma tant'è...
Uno o due mesi e poi mi chiamano? Consìderati assunto come vice!

Ti abbraccio, caro.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Cri, felicissima di averti fatto sorridere e - magari - di avertri un po' aggiustato la giornata.
Ma... nelle mie vene non scorre una goccia di sangue romano!! Sono un'italica meticcia doc!

Buona domenica!

Bastian Cuntrari ha detto...

@Alberto, hai ragione.
Ma quando questi figli di puttana ti rispondono così, l'unica è sospendere il finanziamento ai partiti (non venissero aprenderci per il culo con la storia che è un rimborso spese...) sino a che non metteranno online fatture e scontrini fiscali!

Altro che referendum sull'euro o sull'articolo 18 (lo so, ora litighiamo...): ri-facciamolo su questo punto, il referendum! E vedi come spuntano i soldi da investire sul lavoro!!!
Besos.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Fabio, se non avessi l'età che ho, giuro che ci penserei davvero a entrare in politica... Quanto meno per sottrarre un posto ad un ladro! L'Onorevole Angelina? Diavolina, vorrai dire!!!
Ma il paragone con Nannarella mi fa arrossire...

Grazie!

Zio Scriba ha detto...

mannaggia a li cassamortari... da spanciarsi dalle risate, se non fosse che è tutto così verosimile... la spendingreviù andrebbe fatta a suon di calci nel culo...

un abbraccio pieno di gratitudine :)

Bastian Cuntrari ha detto...

@Zio Scriba, ho un paio di scarpini da calcio che vengono proprio a cecio!!! Quasi quasi faccio la punta ai tacchetti...

Ricambio l'abbraccio.

Ernest ha detto...

Che ridere!!!!! Un abbraccio

nico ha detto...

L'evasori che davvero me stanno sur cazzo è bellissimo! Sono arrivato qui da Ernest e...ho fatto bene, decisamente! Bisogna ricominciare a ridere, grazie per avermelo fatto fare :)

nico ha detto...

A proposito...l'evasori stanno sur cazzo parecchio pure a me!

Ernest ha detto...

Che ridere!!!!! Un abbraccio

Bastian Cuntrari ha detto...

@Ernest, non c'è niente di più gratificante che regalare qualche momento di buonumore agli ... "ospiti"; e meglio se, sorridendo, si riesce a fare un po' di sana satira.
Castigat, ridendo, mores...

A presto!

Bastian Cuntrari ha detto...

@Nicoooo! Anzi... Micuccio! È un mio vizio, lo so. Prima di rispondere ai commenti di nuovi amici, mi vado a impicciare sui loro blog e il tuo ovviamente ora è nel mio Reader.

E sì, caro, cerchiamo di ridere un po': il buonumore rende anche più forti e più detrerminati. E - hai visto mai? - che riusciremo a seppellire 'sti stronzi sotto una valanga di risate, 'tacci loro???

Un abbraccione