mercoledì 26 settembre 2012

Er tetralogo de' noantri

Mi' nonna bonanima diceva che "la vecchia nun vole mori', perché 'gni ggiorno 'mparava quarche cosa nova". Come c'aveva raggione, porella! E siccome che me so' decisa de 'mparamme pur'io a fa' le cose a mestiere, sto a pija' esempio da quello che fanno li cervelloni: co' la quinta elementare io, e loro co' li master alla luisse, vojo vede' de nun sbaja' più.

Siccome che ier l'altro er Presidente de la Repubblica ha detto chiaro e tonno che se devono da sbriga' - li politici - co' 'sto decreto anti-coruzzione, me ne so' ita a lèggelo.
A dilla tutta, quarche dubbio - già dar titolo - me stava a veni'... ma che cazzo vo'r di' fa' 'n decreto anti-coruzzione? Come si me mettessi a fa' 'n decreto contro l'omicidi! E che ce scrivo? "È severamente vietato ammazza' le perzone"? Ma perché? Prima nun ce lo sapevi che nu' lo potevi fa'? Comunque, me so' letta 'sta cosa... e davero ce stanno cose straaane!

Primus. Nun se ponno candida' a nisuna carica (dar Senato a la Camera, e giù giù sino a li consij de circoscrizzione...) quelli c'hanno riportato condanne definitive con pene che te manneno ar gabbio superiori a 3 anni. Me pare 'po' tanto, tre anni... Sicché, 'sto fijo de 'na ballerina se lo potemo ritrova' tra i cojoni a fa' le leggi pe' noi.

Secundus. Ve dico la verità: me li so' dovuti legge sei vorte, 'sti cazzo de titoli! "Lo spacchettamento della concussione" e "Il traffico di influenze illecite". Spacchettamento? Ma che, stamo a Natale e aprimo li regali? Influenze illecite? Che vo' 'r di'? Che si vieni a casa mia co' l'influenza e me l'attacchi, te devo manna' li carabbinieri? Macché... 'nartra cazzata. Volevano di' che nun se ponno pija' le mazzette! E nun le poi pija' né pe' te né per 'n artra perzona! E ce stai puro a spreca' la carta, pe' scrive 'ste stronzate? Ma prima nun ce lo sapevi??

Terzus. Curuzzione tra privati. Capirai! Qui ce stà puro 'na parola - "dazione" - che m'ha fatto arriccia' li peli ar culo! Che d'è, 'sta dazzione? Magari c'annava l'apostrofo... "d'azzione"... Macchè: poi, mi' nipote che nun c'ha er master alla luisse, ma fa' er tassinaro, m'ha spiegato che vonno di' che, si sei uno che pe' mestiere deve fa' li bilanci, e li fai farzi perché t'hanno allungato la bustarella (ecchetela, tiè, la dazzione!), so' cazzi tua! E vojo vede, che nun so' cazzi tua!

Quartus. Qui - davero - ho penzato che m'ero rincojonita... no, nun la potevano ave' scritta 'sta cosa qua. E 'nvece sì. L'hanno scritta. "Tutela al dipendente che denuncia gli illeciti": "...il pubblico dipendente che denuncia o riferisce condotte illecite di cui sia venuto a conoscenza in ragione del rapporto di lavoro non può essere sanzionato, licenziato o sottoposto a una misura discriminatoria". Li mortacci vostra!! Ma davero fate? Lo dovete mette' nero su bbianco che, si uno onesto dinuncia 'sti fiji de 'na mignotta, li fij de la mignotta nun se ponno vendica'? Ma 'na medaja je dovete da'! Er vitalizzio pe' serviggi resi alla nazzione!!!

Comunque, dopo 'sta cosa, ho capito che - pe' metteme ar passo co' li cervelloni e fa' le cose ggiuste - tocca scrive tutto. Ma propprio tutto: puro quello che già se dovrebbe sape'. E datosicchè tra 'n po' ariveno l'amici de mi' marito a gioca' a tressette, je faccio trova' 'n volantino co' "Le Regole der Tetralogo": er decreto anti-zozzoni. Che poi le sanno, 'ste cose... ma tanto p'esse' a la moda!

Primus: è severamente vietato fa' li rutti in presenza de la sottoscritta me medesima. Si ve dovesse usci' uguale - co' la bira che ve bevete - vojo la dazzione de le scuse. Minimo...
Secundus: si ve scappa 'na scoreggia, annate ar bagno a falla. Ner salone c'ho la cristallerìa de nonna Giulia, che si me la frantumate coll'urtrasuoni ve sfonno. E dopo aprite la finestra, 'tacci vostra! Nun ce l'ho la maschera antigasse!
Terzus: dovete caga' ne la tazza der cesso. Chi deve piscia', uguale: er lavandino serve a lavasse la faccia. E nun lasciate le cazzo de' gocce spintiricchiate pe' tera, come le mollichelle de Pollicino.
Quartus: è vietato fa' le pallette co' le caccole der naso. E siccome che so indove ve sete seduti, nun m'appiccicate le suddette sotto alle sedie. Si ve sgamo, ve dò lo sgommarello sur grugno.

Mo sì che so' moderna!! 
Qui per capire meglio...

13 commenti:

Gap ha detto...

Commentino rapido rapido. Hai presente il calciatore del Gubbio che ha denunciato un tentativo di corruzione e tutti a dire quanto è bello e quanto è bravo e l'hanno anche invitato ad un raduno della Nazionale?
STA A SPASSO, NON HA TROVATO, A MENO DI 30 ANNI UN POSTO DI LAVORO.

il monticiano ha detto...

Non vorrei intromettermi ma che amici ha tuo marito? Va bene che sono meglio loro di quelli che hanno partorito quel "decreto" però c'è un limite a tutto.
Per curiosità non è che hai aperto un'osteria da qualche parte?
Eventualmente fammelo sapere perché vengo a farmi quattro risate e vedere chi è che rispetta le "Regole del Tetralogo".
Ciao ciao,
aldo.

Punzy ha detto...

Io direi di starsi accorti pure a dove mettere le caccole delle dita dei piedi

cristiana2011 ha detto...

Il fatto è che loro, quelli che mettono i paletti, vogliono un 'anticorruzione' con qualche eccezione che gli sconfinfera.
Come per gli omicidi, ove sono ammesse delle attenuanti.Fatta la legge gabbato lo santo.
Cristiana

PS Bastia', mai pensato di scrivere commedie in romanesco?

cristiana2011 ha detto...

Bastia', lo sai che pure io sono nata a Genova?
Cri

nico ha detto...

Sei incredibile! :) E te credo che ti avevo messo fin da subito nei Piedi di blog, senza bisogno di sapere altro di te! Della serie "chiamiamo le cose col loro nome"!
In facebook qualche giorno fa, in un botta e risposta con chi voleva far passare le dimissioni della Polverina come un segnale di onestà...sai cosa scrissi? Scrissi che, ripeto testualmente "E che poteva fare? E' come se una moglie trova al letto il marito con un'altra e lui, subito dopo, le dice sai, devo confessarti una cosa, ti ho tradito!"
Grazie di quello che scrivi...leggere il tuo romanesco è molto emozionante...soprattutto per chi, come me, abita a Torvaianica ma non è nato qui.
Buonanotte un abbraccio

Ernest ha detto...

secondo me voteranno il secondo :)

Zio Scriba ha detto...

Mi stai diventando spassosa alquanto (e l'ironia ci vuole più dell'ossigeno, se non vogliamo spararci per la vergogna di essere italiani...)

Blogaventura ha detto...

La cosa divertente è che nel nostro paese se sei un corruttore, un corrotto o un evasore la passi sempre liscia. Ma, se ti scaccoli o altro, son capaci di punirti con la massima severità. Un salutone, Fabio

Giorgia Percosasiamonati ha detto...

Sei moderna, modernissima, se ti presenti alle primarie faccelo sapere, io ti voto di sicuro :) mi piace il tu blog

cristiana2011 ha detto...

BASTIA', mi manchi!
Fai uno sforzo, torna a vivacizzare la rete.
Cristiana

Angst ha detto...

er fatto è, come te sarai accorta dall'amici de tu marito che te fanno l'arberi de natale co 'e caccole, che semo tutti boni a scrive le cose ovvie, pure quelli senza er master de a luisse! E' a falle rispettà che a gente nun sa che master deve pià pe riuscicce.

Lanza ha detto...

Buon Anno Bastian e complimenti per il post:dopo averlo letto tre volte ancora sto ridendo.Di questi tempi una risata ci vuole proprio.Un abbraccio.Robi