mercoledì 5 settembre 2012

Pubblicità regresso

Bene fa il Ministro Balduzzi a vietare la pubblicità sulle lotterie e sulle scommesse.
La bozza del provvedimento - seppure ridimensionata di molto - potrebbe essere approvata bipartisan: la ludomania è una patologia riconosciuta, e crea una vera e propria dipendenza. Ma, se volesse metter mano al variegato mondo delle pubblicità nocive, suggerirei al Ministro di dare un'occhiata a questo spot, il promo di una trasmissione che andrà presto in onda su Cielo, canale del mondo Sky.


Insomma, questo gruppo di ragazzi - ovviamente bonazzi i maschietti e anoressiche nonché strafighe le femminazze - pur di arrivare alla presenza del guru-boss-potente di turno (l'immarcescibile Briatore), praticamente mettono in atto una sorta di darwiniana "selezione naturale": da una dozzina che erano all'inizio della corsa, i superstiti sono alla fine uno sparuto manipolo: una "concorrente" addirittura precipita dalle scale! Chi vincerà? Il più colto? Il più preparato? E com'è che non c'è manco una cicciottella col culo basso? O un foruncoloso quattrocchi, notoriamente secchione? È un messaggio fottutamente diseducativo e idiota quello che si lancia: giovani trasformati in guerrieri assetati di sangue, pronti a tutto pur di leccare il culo al divino e poter vivere nella sua ombra. 

Ieri ho ordinato online un Mac nuovo: il compagno di tante avventure - Scheggia, un vecchio G4 - sta per tirare le cuoia e dunque debbo trasferire al delfino il suo sapere.
Il Numero Verde Apple mi ha messo in comunicazione con Marco, il mio "tutor" per la guida all'acquisto. Italiano, lavora in Irlanda, gentilissimo e - dalla voce - pure un gran pezzo di gnocco. Abbiamo anche riso, al telefono, giacché la mia anima da pagliaccia non mi ha abbandonato neppure durante l'esborso imprevisto: e per una genovese come me, è stata dura, ragazzi...

Credo di non sbagliare pensando che Marco si sia fatto il culo per ottenere quell'impiego, lasciando anche il proprio paese, gli amici, e magari anche una ragazza. Ma sono sicurissima del fatto che non abbia massacrato altri concorrenti per ottenere il lavoro, che ha avuto perché è capace, educato e preparato. In una parola, perché vale. E non avrà sbavato dietro a nessun boss del cazzo.

Evviva Marco e tutti i Marco del mondo! E 'fanculo a cloni e clonesse® (neologismo by  Bastian Cuntrari!) di tutti i cosiddetti big del mondo: soprattutto ai vecchi ciccioni rifatti che cominciano per B.

12 commenti:

il monticiano ha detto...

Ci sarebbe da fare un bel ripulisti in molte trasmissiomi, annessi e connessi TV ed è veramente vergognoso voler farsi strada nella vita partecipando a simili spettacoli.

Meno male che pur essendo vecchiotto e un po' cicciottello non sono rifatto e non comincio per B.

Un salutone,
aldo.

Alberto ha detto...

Purtroppo questi esempi negli spot pubblicitari abbondano e purtroppo pagano. Nel senso che campagne pubblicitarie basate su questi comportamenti fanno vendere il prodotto reclamizzato. E' il degrado generale.

Stasera ritornando a casa ho trovato nella buca delle lettere la tua graditissima sorpresa. La pubblicherò nei prossimi giorni. Ciao.

Zio Scriba ha detto...

Sì, evviva tutti i Marco del mondo.
E abbasso l'inferiorità mentale veicolata da certa tv. Se i ragazzi di cui parli fossero "solo" assetati di sangue, la cosa sarebbe preoccupante ma meno deprimente di quello che è la realtà: la realtà ci dice che sono assetati di merda! Li hanno convinti a sognare la merda, a combattersi e abbrutirsi per conquistarla!! Che tristezza immensa!!!

Un abbraccio.

Ernest ha detto...

e poi tutte quelle scale per Briatore!!!!

Bastian Cuntrari ha detto...

@Monty, lo so che non cominci per B., che non sei rifatto e che sei anche un po' cicciottello, ma non dirmi che sei vecchiotto!
Ma se sei un eterno monellaccio??? E guarda che quest'anno va di moda il "morbido": fidati di una che è davvero à la page!!

Un bacio grande.

O.T.: ricevo regolarmente le tue mail. Più tardi ti dico...

Bastian Cuntrari ha detto...

@Alberto, ma possibile che non esistano "codici" che regolamentino questo mondo perverso? È ridicolo vietare che si mostrino i volti dei minori in uno spot pubblicitario, e consentire invece che sia veicolato un messaggio da "born to kill"!

Felice sia arrivata: nonmi ricordavo se avevo messo il francobollo!!!

A presto.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Zio Scriba, come al solito cogli nel segno: non avevo pensato alla "sete di merda"...
E lo slogan "Let's drink diarrhea" come ti sembra?

Cavolo però, già di sabato mattina 'ste cazzate...
Bacioni.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Ernest, manco l'ascensore prenderei per quella faccia da ciauscolo muffito...

Zio Scriba ha detto...

Ottimo slogan... :)
(Ma la cosa inquietante è che se lo fai dire in modo martellante da una velina bonazza alla tv, LI convincerai a berla davvero...)

Inneres Auge ha detto...

Dobbiamo smettere di vedere la tv

Bastian Cuntrari ha detto...

@Zio Scriba, non ti facevo tanto "maschilista"! Se una c.d. velina bonazza lo dicesse in TV, la manderei affangala.
Potrei pensarci su un momento se me lo proponesse un ficaccio tipo quel codino del vecchio spot TriVaGo!

Ognuno ha i suoi punti deboli...

Bastian Cuntrari ha detto...

@Inneres Auge, intanto benvenuto! e poi - reminiscenze del liceo - il nickname è "occhio interiore"?
Intrigante...

Sì, hai ragione: ma non riesco a liberarmii dalla dipendenza da FoxCRIME. E lo spot passa di là.
Proverò a fare zapping più veloce della luce!

Buona domenica!