venerdì 9 settembre 2011

Chiamatemi Perry...

Dall'alto del suo scranno, il giudice mi concesse la parola per l'esposizione introduttiva del processo che avevo incardinato. Mi stavo giocando la reputazione - e lo sapevo - ma la causa che sentivo di dover perorare era molto più importante del mio "buon nome". Mi avvicinai al banco della giuria e guardai negli occhi tutti i giurati, attenti e curiosi. E iniziai a parlare.

"Signore e Signori della giuria, oggi siete chiamati e decidere sull'innocenza o sulla colpevolezza dell'imputato - Mr. Green - che io stesso ho denunciato (brusii di fondo e flashes dei fotografi assiepati dietro le transenne...) e portato avanti a questa eccellentissima Corte, e conseguentemente dovrete esprimervi sull'illegalità del suo così detto partito. Ed ecco le prove"
affermo porgendo al capo dei giurati 12 fascicoli contenenti il materiale probatorio.

"
Mr. Green ha infranto un giuramento (1); Mr. Green e i suoi accoliti hanno reiteratamente attentato alle fondamenta su cui poggia la nostra Nazione (2), sia con dichiarazioni pubbliche (3) che con proclami dati alle stampe e liberamente circolanti (4). E non solo. Mr. Green e i suoi hanno disatteso e calpestato altre pietre miliari del nostro ordinamento (5 e 6): qualcuno tra di voi ha forse dubbi sulla matrice razzista del movimento di cui Mr. Green è il capo indiscusso? Con parole (7) e addirittura con inni (8) hanno fatto del razzismo un elemento connotativo della loro linea politica. E ancora: nutrite per caso dubbi sulla circostanza che essi abbiano sfidato e dileggiato le nostre istituzioni (9)? E che dire dei nostri simboli? Offesi (10), sbeffeggiati (11) o dati alle fiamme (12). No, signori della giuria, dubbi non ce ne sono: e l'unico verdetto che potete emettere è COLPEVOLE!"

E a quel punto i giornalisti sono impazziti e il pubblico è andato in delirio, applaudendomi con entusiasmo: i giurati avevano un gran sorriso stampato sul viso e anche il giudice mi sorrideva. Ho fatto appena in tempo a voltarmi per guardare il ghigno malefico di mr. Green che lentamente stava tarsformandosi in quello del senatùr che... mi sono svegliata! Cazzo, che figata di sogno! Ma nella prossima vita - giuro - faccio l'avvocato, divento ricco e famoso, gli faccio causa e la vinco un'altra volta, 'tacci loro!
  1. Giuramento dei dipendenti pubblici
  2. Articolo 5 della Costituzione
  3. Comizio a Schio (19 agosto 2011)
  4. Articolo 1 dello Statuto
  5. XII Disposizione transitoria della Costituzione
  6. Ricostituzione e apologia del P.F.
  7. Stupidario razzista
  8. Inno
  9. Scontro al vertice
  10. A Besozzo (10 luglio 2011)
  11. Bandiera
  12. Garibaldi

13 commenti:

Alberto ha detto...

Intanto Perry santo, e nemmeno subito ché di tempo ne è passato. E poi grazie per i vari Mr. Grenn, che se non vedremo alla sbarra potremmo almeno vederli alla berlina?

Alberto ha detto...

green, green.

il monticiano ha detto...

Sor'avvoca' sete 'na cannonata, ve abbraccio e me inchino davanti ar fenomeno che sete.

cristiana2011 ha detto...

Mi sa che Mr Green, tra non molto, sarà Mr.Brown, dal colore di tutta la merda che gli arriverà addosso.
Cristiana

Gap ha detto...

Che ti eri bevuta per fare un sogno così bello e articolato? Dai dimmelo!!!!

@Cristiana, magari fosse vero e dopo la merda la galera.

Punzy ha detto...

dopo la merda, la galera SENZA manco una doccia

Bastian Cuntrari ha detto...

@Alberto 1 e 2: sì, sì... Green...
Alla berlina è facile metterli, ma non si cava un ragno dal buco. Li preferirei in galera o - almeno - fuori dal nostro Parlamento.
Non credo di aver scritto scempiaggini e mi domando perché mai, essendo un polpolo di santi, navigatori e avvocati, non ce ne sia uno straccio (di questi ultimi) che ci provi sul serio, porca paletta!!!
Ti abbraccio.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Monty, per te la mia parcella sarà sempre e soltanto solo di 1 euro! Perché mi par di ricordare che non si possa assistere gratis... altra cazzata...
Un bacione, amico mio.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Cri, purtroppo non ne sono così sicura... ma spero ardentemente che il tuo pronostico si avveri!
Ad maiora!

Bastian Cuntrari ha detto...

@Gap, e perché? Debbo essere sbronza per scrivere cose degne???
Comunque, cena leggerina: gnocchi al ragù fatti in casa ('na cofana!!!) e Primitivo di Manduria fresco di cantina ('na boccia!!!). Ma al gelato ho rinunciato... ahahaha!!!
Besos

Bastian Cuntrari ha detto...

@Punzicchia, e se proprio volessero farsela - la doccia - gli si fa pisciare addosso da qualche maschietto volenteroso!
Mannaggia, a volte mi manca proprio, l'arnese...
Bacioni.

Lanza ha detto...

Post bello,fantasioso ed incisivo come tuo solito,Bastian cara. Permettimi però di fare una considerazione ulteriore:queste persone sono state elette da noi e sempre da noi dovrebbero ricevere un sonoro calcio nel sedere,se non ci fossimo dimenticati che il potere è il nostro e loro lo esercitano per delega.Invece le persone più attente e sensibili si limitano a segnalare (meritoriamente) questi fatti,la gran parte del Paese deve fare i conti con il proprio portafoglio e tutto resta esattamente come prima.
La lobotomia collettiva è a buon punto:sempre più persone (tra cui il sottoscritto) si stanno disinteressando progressivamente dei fatti che accadono,consapevoli della loro impotenza a cambiarli.Ti abbraccio.Robi

Bastian Cuntrari ha detto...

@Lanza caro, hai perfettamente ragione: è facile parlare, puntare il dito e non fare niente!
Ma sono certa che mi credi se ti dico - giurìn giurella, mano sul cuore, parola di boy scout - che se non avessi come tutti noi le preoccupazioni legate al portafoglio, e se potessi permettermi di investire qualche decina di migliaia di euro per portare davanti ai magistrati competenti i rilievi che ho fatto in questo post, lo farei davvero.
Così come ha fatto (e non lo sapevo!) un cittadino di Alessandria, Aldo Flora, che spero cavi qualche ragno dal buco!
Ti abbraccio forte.