sabato 6 marzo 2010

... e allora, grazie di cuore!

"Bisogna ringraziare
anche per gli sgarbi.


Permettono
di valutare meglio chi li fa".


(Dino Basili)

38 commenti:

Le Favà ha detto...

Eh. Un sorriso amaro.

Alberto ha detto...

E dire che all'inizio avevamo sperato...

il monticiano ha detto...

Se è vero quello che ho letto non ricordo più dove - chiedo scusa - che a metà degli anni novanta lui, bondi e macaluso autodefinitisi "miglioristi" pubblicavano una rivista finanziata da fininvest, mediolanum, ligresti e compagnia bella, non mi meraviglio di niente.

Arcureo ha detto...

Gli regaleremo una bella Mont Blanc, a fine mandato, visto che gli piace tanto firmare... però la carichiamo a merda, non a inchiostro.

Arcureo ha detto...

...piuttosto... e se fosse da organizzare un massiccio rifuto delle schede elettorali (con verbalizzazione del motivo)? La modalità esiste! Tanto la destra vincerebbe comunque, dare voti alla sinistra abbiamo visto che non serve, darli a di Pietro nemmeno perché son troppo pochi... almeno dare un segnale che RIFIUTIAMO DI PARTECIPARE AI VUOTI RITUALI DI UNA DEMOCRAZIA-FARSA!!!

Joe ha detto...

Cosa ti potevi aspettare da chi nel 1956 sbraito' pubblicamente che i carri armati russi dovevano d'urgenza invadere l'Ungheria e schiacciare la nascente democrazia!

XXX

Punzy ha detto...

l'idea diarcureo è SENSAZIONALE!!
ma vi rendete conto che non possiamo nemmeno augurargli un colpo sennò schifani diventa presidente della repubblica???

silvano ha detto...

Cara B.C. dissento ma capisco la rabbia che pure io ho.
Prendersela con Napolitano è distrarsi puntando contro un bersaglio debole.
Il vero problema non è lui e lo sappiamo. Certo io avrei preferito che gli avesse detto no, ma quelli cambiata una virgola gli avrebbero fatto firmare la seconda volta...e cosa sarebbe cambiato?
Cara B.C. purtroppo non stiamo più ragionando nell'ambito di una dialettica democratica, questi qui al governo per metodi e idee sono palesemente altro da democrazia. Prendersela con il Presidente della Repubblica, magari darà soddisfazione e sarà pure in una qualche misura giusto, ma è prendersela con uno che non c'entra nulla....ormai.

Joe ha detto...

Silvano, non dimenticarti che prima di sporcarsi le mani puo' sempre DIMETTERSI!
Questo individuo non solo firma tutto quello che gli mettono sotto in naso, ma ora partecipa pure nelle malefatte.

silvano ha detto...

E se si dimette che succede? Ci mettono Letta ed allora non passeranno neppure più la vasellina. A me questa polemica contro Napolitano (mi è seccato moltissimo che abbia firmato, sia chiaro) sembra quello che nel calcio chiamano fallo di frustrazione...me la prendo con chi posso ma non è quella la causa del mio male nè del male.

Joe ha detto...

E se si dimette che succede?
Se ne vanno tutti a casa e si ricomincia con facce diverse, ma non preoccuparti, non succedera' mai perche' ci sono troppi euriki di mezzo per tutti loro.
Quello che a me secca moltissimo e' vedere queste alte cariche istituzionali poste sull'altare della patria e non piu' criticabili qualunque castroneria facciano.

Lanza ha detto...

Credo che inevitabilmente nei commenti finiscano per specchiarsi le caratteristiche di chi scrive. Non ho mai concepito di vincere perchè l’avversario aveva commesso un errore formale o era in ritardo.
Credo che le forze dell’opposizione abbiano perso un’occasione per dimostrare che sono migliori di questo centrodestra che tanto esecrano. Ora sappiamo,se mai avessimo pensato il contrario,che tra le nostre forze politiche democratiche c’è chi pur di vincere è disposto a tenere lontani gli elettori della parte avversa dalle urne e chiama fascisti gli altri.C’è un’espressione sola per definire ciò che ha mosso il Capo dello Stato:senso di responsabilità. Forse Napolitano ha avvertito più e meglio di altri che l’ultima cosa di cui l’Italia ha bisogno è un piazza contro piazza.La penso esattamente come lui.

il Russo ha detto...

E se si dimette magari ci troviamo uno che non fa manco un minimo di resistenza a certe prepotenze e le firma come fosse (stavolta per davvero) un notaio qualsiasi.
Tanto peggio tanto meglio? Fate vobis...

silvano ha detto...

Russo fa piacere di non essere soli sempre. Scagliarsi contro il capo dello stato è come venire a casa dal lavoro e scagliarsi contro la moglie perchè il capo in ufficio ci ha fatto subire un'ingiustiza. Miopia.

Arcureo ha detto...

La moglie non c'entra un cazzo con quello che accade in ufficio. Napolitano invece mi pare che in questo governo un minimo di voce in capitolo ce l'abbia, o no?
Paragone stiracchiato. Mi spiace ma non sono d'accordo. E anche questo "non firmo perché sennò la piazza contro la piazza..."
bene bene, fra un po' non ce ne saranno più di possibilità di "piazze"... ottima mossa, eh? per evitare uno scontro adesso si sta mettendo una seria ipoteca sulla possibilità di avere un semplice confronto domani.
Siete complici e manco ve ne accorgete!

Franco ha detto...

Faccio mio uno dei più bei commenti visti sul blog di Grillo:"Schifani a proposito del caos-liste: "La sostanza prevalga sulla forma." A me sta bene... Accettiamo pure le liste del PDL in Lazio e Lombardia. A patto che però dopo Berlusconi va in galera. Perchè "FORMALMENTE" è stato prescritto o l'ha fatta franca con tutte le leggi che si è fatto ad personam. Ma "SOSTANZIALMENTE" Berlusconi resta comunque un DELINQUENTE!!!"

Joe ha detto...

Siete complici e manco ve ne accorgete!
Condivido e mi rammarico nel constatare come moltissimi anni di brainwashing mediatico abbiano plasmato le menti al punto di non saper piu' differenziare la carica istituzionale con l'inadeguatezza di chi la ricopre.

Joe ha detto...

E se si dimette magari ci troviamo uno che non fa manco un minimo di resistenza a certe prepotenze e le firma come fosse (stavolta per davvero) un notaio qualsiasi.
Tanto peggio tanto meglio? Fate vobis...

Russo, ma sei andato a vivere in Patagonia? Non sei al corrente di tutte le porcate gia' firmate da questo presidente? Che minimo di resistenza ha fatto? Ha mai rimandato indietro nulla che non si sentiva di firmare? Come il Lodo Alfano per dirne soltanto una?
Nessun notaio degno della sua professione avrebbe fatto quello che lui fa regolarmente e senza troppi ripensamenti.

silvano ha detto...

Complici un cazzo. Lo sarete voi con il vostro qualunquismo complici. Credete d'essere di sinistra, peccato che il vostro faro culturale sia solo quel cazzone di Grillo.

Joe ha detto...

silvano, ti garantisco che io non sono ne' di sinistra, ne' di destra. Sono semplicemente schifato di cosa sta' succedendo in Italia. Svegliati prima che sia troppo tardi.

silvano ha detto...

Non credo che valga la pena di continuare questa discussione. Confrontarmi con gli ignavi non mi interessa, preferisco i fascisti.

Joe ha detto...

Care pirla, cari pirla....
http://antefatto.ilcannocchiale.it/glamware/blogs/blog.aspx?id_blog=96578&id_blogdoc=2451427&yy=2010&mm=03&dd=07&title=care_pirla_cari_pirla

silvano ha detto...

Travaglio invece di prendersela con Napolitano, sognando al suo posto Schifani, si concentri sul vero nemico che non è Napolitano (non gliel'ha ancora detto nessuno al poverino?) ma Berlusconi. Gli regaleremo un fantoccio di Berlusconi con su scritto "E' lui il cattivone d'Italia".
Ma poi mi viene il dubbio che Travaglio sappia perfettamente ciò che fa...non altrettanto i suoi pirla fans.
Per cui il fantoccio di Berlusconi lo regalo a loro.

Joe ha detto...

Hai visto almeno il video del tuo eroe? quello in tedesco?) LOL....
Almeno su Berlusca siamo della stessa idea.

silvano ha detto...

Sì. Ma son cose da mentecatti del giornalismo e da mentecatti come lettori. Roba da Grillo. Mi dispiace ma d'ora in poi parla con il Gabibbo che vi capirete meglio.

Joe ha detto...

Crerdevo capissi il tedesco.....Peccato.

il Russo ha detto...

Sottoscrivo dalla prima all'ultima parola di Silvano: "Rossi, neri, son tutti uguali. VE LO MERITATE BERLUSCONI, VE LO MERITATEEEEEE!"
Mi scusi Moretti se l'ho parafrasato, ma la superficialità di certe affermazioni grida vendetta...

Joe ha detto...

Siete cotti!

Joe ha detto...

Pure questa e' un'affermazione superficiale? Ma fa nen al fol!
Tabucchi: “Napolitano garante di Berlusconi, non della Costituzione"
“Un'altra legge vergogna. Ritengo responsabile in prima persona Giorgio Napolitano. Per gli esegeti del regime non poteva non firmare. Invece poteva, bastava che volesse. Le leggi razziali nel '38 non le firmò Mussolini, ma Vittorio Emanuele III. Nelle vere democrazie l'operato del Presidente della Repubblica è sottoposto alle giuste critiche dell'opinione pubblica, ma in Italia non si può, è lesa maestà. Napolitano, questa volta in maniera flagrante, ha rotto i patti con gli italiani. Oggi, con questa legge illegale e totalitaria, quando ci dice che, fra le regole della legge e il dover impedire ai cittadini di votare una lista, lui sceglie di rompere le regole perchè sono una forma, ebbene io rispondo che tutte le leggi che abbiamo sono una forma, anche la Costitituzione è una forma perche è fatta di regole. E se si rompono le regole della Costituzione si rompe la Costituzione. In questo momento storico Napolitano non è garante della mia Costituzione, mi pare si sia fatto garante di Berlusconi. Se Napolitano non capisce che deve prima di tutto difendere la Costituzione con le sue forme, nessuno lo obbliga a stare al Quirinale: è un dovere e questo dovere richiede molta, molta attenzione, perchè ormai in Italia la Costituzione è stata divorata”.

Luz ha detto...

In questi ultimi anni la parola d'ordine per tutti quelli del PD, intendo gli ex Pci naturalmente, è: moderazione. E per moderazione intendono "scusi, grazie, prego, corbezzoli, me ne rammarico, prego prima lei" oltre non vanno e lasciano sempre che i mascalzoni che ci governano passino per primi. Mai uno slancio di orgoglio, mai un passo avanti, mai uno scatto di dignità o di rabbia sana e giusta. E quindi, dal consigliere di provincia al Presidente della Repubblica che cosa ci possiamo aspettare se non "firmo, firmo, stia tranquillo, e intanto, se gradisce un caffè..."

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Più che sgarbi si definiscono attentati liberticidi e vigliacchi alla democrazia dettati anche da pavidità istituzionale.

Ormoled ha detto...

È magnifico come poche parole possano racchiudere un sacco di pensieri.
Certo che se prima di firmare ci ensava su un po' di più era meglio.
Un abbraccio

Ormoled ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ormoled ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ormoled ha detto...

Non so come ma mi son partiti tre commenti uguali :-p
ciaoo

enne ha detto...

Questa vicenda ha generato in me altra confusione.
Presentarsi ad una tornata elettorale senza una parte politica ingente suona strano, ma arrivare a depositare le liste in ritardo è da imbecilli.
Credo, come Lanza, che Napolitano, peraltro ex comunista, abbia fatto il suo dovere.
E te lo dico perchè sono sicura che avrebbe firmato anche se a presentare le liste in ritardo fosse stato il PD.
Di certo questa politica, nel suo complesso, non mi piace più.
Notte, Bastian.

Bastian Cuntrari ha detto...

... INTANTO CHIEDO SCUSA A TUTTI PER LA RISPOSTA - FUORI TEMPO MASSIMO - AI COMMENTI. MA, UBI MAIOR (L'INFLUENZA...), MINOR CESSAT (IL BLOG...).
E ANCORA SCUSATEMI PER LA RISPOSTA "CUMULATIVA" (DAVVERO INEDUCATA) CHE NON È NEL MIO COSTUME.


La pausa mi ha dato modo di riflettere sui commenti di chi, comunque, ha giustificato e compreso la scelta di Napolitano, apprezzandola quanto meno per il "senso di responsabilità". Non sono tra questi.
Probabilmente è vero che il decreto (come ha detto Fini) è "il male minore" e che la firma del provvedimento pure è stata "il male minore". Ma Napolitano sembra dimenticare di essere non solo il "garante della Costituzione", che ritiene non sia stata violata. Ma è anche il garante di quel principio che è alla base della Costituzione, e che è la certezza del diritto.

Da Wiki: "... a fronte di una violazione di una norma deve seguire l'applicazione della sanzione che la norma stessa ha stabilito per la sua violazione...".
È questo pilastro della democrazia ch'egli ha abbattuto, a mio parere, firmando il decreto. È questo il vero "vulnus", la ferita aperta e ormai purulenta che - ad ogni sua "firma" - si infetta sempre più. Sembra la storia del medico pietoso e pavento l'ora in cui, di questo passo, dovesse rendersi necessario far entrare in scena il chirurgo: la sua "cura" potrebbe essere davvero dolorosa. E allora sì che saranno guai...

Quanto all'atteggiamento supposto bipartisan ("avrebbe firmato anche se a presentare in ritardo le liste fosse stato il PD"), l'ipotesi non sposta di un'unghia il mio pensiero: per chiunque avesse apposto quella firma (foss'anche per un partito dello 0,001%), avrebbe sbagliato: è - o non è - uguale per tutti, la Legge? O solo per chi ha consensi dall'x percentuale in su?

Vi abbraccio tutti, e grazie ancora: la febbrona sembra sparita.

Anonimo ha detto...

Nice fill someone in on and this enter helped me alot in my college assignement. Gratefulness you for your information.