mercoledì 10 giugno 2009

Cupio dissolvi:
"Tu quoque, Gianfri ..."

Alzi la mano chi - quando si sono raccolte le firme per il referendum sull'abrogazione del "porcellum" - era convinto che ci saremmo levati dalle palle la legge che ci ha privato delle preferenze, e non che avremmo potuto fare un regalo a Mr B.
Io ho la mano alzata. Sono l'unica? Non importa, parlerò solo per me.

Insomma, sino a qualche settimana fa - quando il discorso sul referendum è stato affrontato con più serietà - io ero straconvinta di aver firmato perché si tornasse alla vecchia legge elettorale e - in seconda battuta - perché finisse lo scandalo dei "capolista" identitici in tutte le circoscrizioni (quest'ultimo - che è il 3° quesito referendario - l'avevo capito). Ma ora ho le idee chiare e vi dico perché non andrò a votare per il referendum.

Il secondo link che mi propone Google se digito "referendum abrogativo legge elettorale" è questo: ditemi voi se vi risulta chiaro, palese e inequivocabile che - laddove si parla di "ritorno al sistema maggioritario" - il riferimento sia alla lista (traduciamolo con "Partito" che viene meglio) e non alla coalizione. Cazzo! Pure il Sole 24 Ore deve tradurre! Attualmente il premio di maggioranza è "attribuito alla 'singola lista' o alla 'coalizione di liste' che ottiene il maggior numero di voti". Se votiamo "sì" ai primi due quesiti (rispettivamente validi per Camera e Senato) abroghiamo solo i riferimenti alle parole "collegamento, collegamenti, collegate/i"! Leggere per credere!
Cioè diciamo che non ci frega niente che il premio di maggioranza sia dato alla COALIZIONE che ha preso più voti (cioè alle liste "collegate"), ma che vogliamo che sia dato al PARTITO che ha preso più voti! Col cazzo! Vado a votare per dare la maggioranza assoluta (55%) al nano???
Paraculaggine dei promotori del referendum o 'gnoranzità mia? La seconda che ho detto?
Va bene, me la cucco tutta.


Ma veniamo al tanto sbandierato desiderio di bipartitismo dell'elettorato italiano. Una balla. Una fregnaccia grande come una casa. A modo mio, provo a darne dimostrazione. Questi sono i risultati ufficiali delle ultime europee. I due schieramenti PdL e PD hanno raggiunto, insieme, poco più del 60% dei consensi (61,39). Questo significa che quasi il 40% dei votanti si riconosce in altre formazioni politiche, e non parlo di quelle con lo zero-virgola-per-cento, ma - ad esempio - della Lega (10,2), dell'IdV (8%), dell'UDC (6,51), di quei deficienti della sinistra radicale che - se non si fossero spaccati alla vigilia - avrebbero ottenuto il 6,50%, e della Lista Bonino-Pannella (imbavagliata dai media) con il 2,42%. E tutto ciò senza tener conto che ha votato il 65% degli iscritti nelle liste elettorali. Che - se dovessimo considerare anche questo dato - il placet ai due partitoni l'avrebbe dato solo il 40% degli italiani. E poi il bipartitismo non è nel nostro DNA politico (per fortuna): se passasse il referendum saremmo in presenza di una "democrazia sfigurata" come ha ventilato - in un bell'articolo su MicroMega - Pancho Pardi.

Per chiudere, un commento al titolo del post. Ho più volte fatto clap-clap al Gianfranco Fini di questi ultimi mesi, ma l'uscita di ieri sul suo appoggio al referendum - giuro - non l'ho capita. Non ho capito il suo desiderio di morire nell'abbraccio letale del Cav. proprio quando si sperava addirittura in un nuovo scisma. Spero che non sia uno spirito da Bastian Cuntrari (aho! basto e avanzo io, eh?), che se il nano ci ripensa e dice "no", lui dice "sì", e viceversa... Mi ricorda il cinese che - per far dispetto alla moglie - si taglia i coglioni. Motivo per cui, non andiamo a votare per il referendum, non facciamo quorum, asteniamoci!
In fondo, ci sono altri modi di impiegare la domenica, traffico e ressa permettendo...

32 commenti:

l'incarcerato ha detto...

Per la prima volta in assoltuto, concordo con il tuo post dall'inzio fino alla fine!

C'è la possibilità di non far passare il quorum, quindi boicottiamo il referendum! Non andiamo a votarlo perchè se passa sarà inevitabile il si! E la causa è la disinformazione, questo grande imbroglio!

Un abbraccio!

ANNA ha detto...

La verità? Non c'ho capito 'na mazza! ahahhahahaha marò mi tocca ristudiare tutto! NOOOOOOOOOOO!!!!!!!! Fatemi vivere in pace o morire in pace fa lo stesso purchè la smettiate di rompermi le palle con questi quesiti da Q.I. altissimi. Io questa sono! :( Uff!

Bastian Cuntrari ha detto...

@Incarcerato dici "...concordo con il tuo post dall'inzio fino alla fine! Evvaiii, porca pupazza!! Ma se domani fai piovere, ti sparo un worm sul PC!!!
Gimme5, amico...

fabio r. ha detto...

m'aggrego all'incarcerato (ma rimango fuori della cella, potendo..) non potevi essere più chiara e condivisibile.
Ciaoo

Bastian Cuntrari ha detto...

@Annare', ma dici 'o vero??
Dato che la scema sono io, che non ho capito se scherzi o no, riassumo.
Ora il premio di maggioranza viene dato alla "coalizione" (PdL + Lega). Se passasse il referendum, il premio di maggioranza verrebbe dato al Partito (che gli stronzi chiamano "lista" per non farci capire un cazzo), e cioè - per come siamo messi adesso - al PdL. Che ovviamente, se vince pure sul punto del referendum, col cazzo (e due!) che rifanno la legge elettorale!
Annare', al mare, domenica 21, al mare!
Un superbacio, pazzariella.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Fabio, bene! E sollecito chi passa di qua di fare informazione sul punto: l'Incarcerato ha ragione anche quando dice che la disinformazione sul referendum ci può fregare alla grande!
Ti abbraccio.

l'incarcerato ha detto...

Bastian a proposito ma vado fuori ot, cosa si prova aver conosciuto Semerari?
Ma non dirmi che lavoravi dal suo avvocato brrrrr.

Ricordati che non scrivo a caso delle cose, mi riferisco al post.

ps Dai Fabio, questa è una cella spaziosa, ma in realtà preferisco una compagnia femminile ;)

Bastian Cuntrari ha detto...

@Incarcerato su O.T.: no, Semerari era il consulente di parte nominato per una perizia su di un cliente.
L'ho detto: inquietante e fastidioso "a pelle"... non so se riesco a rendere l'idea.

Dài, lo so che vorresti me in cella, e non Fabio, ma odio gli spazi angusti!!
Un bacione, caro.

IL LAICISTA ha detto...

Non so, forse hai ragione forse no.
Diciamo che questo è un paese che non ha la cultura dei pesi e contrappersi istituzionali, basta sentire quel che dice B.
D'altra parte, nel quadro del rispetto dei rispettivi compiti istituzionali che governi un partito che non ha la maggioranza assoluta dei consensi, non lo trovo uno scandalo.
Già accade altrove, dall'Inghilterra agli Usa.

Non so che fare e pensare, cara.

Joe ha detto...

Allora, chi ha gli occhi foderati di pelle di salame? ;-)
Cosa e' questo articolo? Una forma di mea culpa?
Fini, se tu non lo sapessi ancora, e' tra gli uomini politici piu' scaltri ed esperti che ci siano in Italia. Accettare un cambiamento sincero delle sue ideologie e' semplicemente ingenuo (specie per un segugio come te). Lui fa politica di convenienza pura e semplice nel distanziarsi dal cavaliere. Non so ancora il suo gioco con esattezza, anche se lo sospetto, pero' vedremo gli sviluppi.

XOXO

Pape Satan Aleppe ha detto...

Si Bastian, è un referendum di cui è difficile comprendere le ragioni ed i vantaggi politici.
Astensione.

ANNA ha detto...

Mo' è più chiaro grazie! Quindi rinuncio a vedere i Cc nella sede elettorale... farò questo sacrificio, per la Patria questo ed altro! :)) Speriamo che non mi si chieda di sacrificare sull'altare anche la mia verginità perchè se no... so' amari! ;)) Ehm... vabbè si era detto di ASTENERSI no?!?!?!

il monticiano ha detto...

Come ho più volte detto da quando si vota, per me da parecchi anni, ho sempre votato. Qualsiasi cosa c'era da votare, andavo. Poi quello che votavo è un altro discorso.
Stavorta s'attaccano ar piffero.
Er trucco c'è ma nun se vede.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Laicista, se sei d'accordo con me che "questo è un paese che non ha la cultura dei pesi e contrappesi istituzionali", convieni che il bipartitismo non fa per noi: altro è parlare di bipolarismo (coalizioni che si possono alternare), ma che possono anche - ognuna con la propria sensibilità - non necessariamente essere d'accordo con la linea-guida del "listone". Ieri ho seguito su La7 Otto e Mezzo: ospiti De Magistris e la Serracchiani. Alla domanda della Gruber su come il PD si comporterà sul referendum, la Serracchiani ha risposto che "convintamente" voterà "sì" a tutti e tre i quesiti referendari, perché comunque poi ci sarà modo di "modificare la legge elettorale". Ma ha fumato? Che cambi spacciatore, allora! È davvero convinta che - se passasse il sì - Mr B. rimetterebbe mano - non solo al porcellum - ma anche alla nuova legge (così come uscirebbe dalle urne) che gli consegna la maggioranza assoluta?
E ad un'altra domanda della Gruber, sulla possibilità di manifestare un pensiero autonomo all'interno di un partito, sai quale è stata la risposta della Debora, che ci era tanto piaciuta? Riassumo: "Ci sono luoghi in cui i partiti si scannano, litigano e discutono. Dopo di che credo che questo partito (il PD, ndr) abbia bisogno anche di un po' di disciplina" (qui, a 13'20" circa). Che delusione!! Inquadrati e coperti? No grazie, Laicista...
Un abbraccio.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Joe, bentornato!! Allora hai rifatto pace con me?? No, non è un "mea culpa": è una domanda che mi pongo e alla quale non so dare risposta e se accettare le sue prese di posizione "altre" rispetto ad anni fa è sinoninmo di ingenuità, allora sarò un'ingenua...
Se però tu hai qualche ideuzza al riguardo, o magari anche solo un vago "sospetto", mi farebbe piacere sapere quale sia...

XXX

Bastian Cuntrari ha detto...

@Pape Satan, io vado al mare: vieni con me???
Un bacione.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Annare', ma se c'è un CC bonazzo puoi sempre fare una capatina al seggio e farti offrire 'na tazzulella 'e café, basta che non voti: e per l'altra ..."attività", ho detto di astenersi dal voto, non altro! Anzi, quello fa bene!!!
Ti abbraccio.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Monticiano, anch'io ho votato per tutti i referendum: sì o no, ma votavo.
Anche perché - farli fallire per mancanza di quorum - è una grande sconfitta inflitta a chi sostiene il valore di questa formidabile arma popolare. Ma 'sto giro, ti quoto: s'attaccano ar piffero!
Un bacio, caro.

ANNA ha detto...

Mi hai dato una grandeeeeeee idea e se andassi e sul foglietto ci scrivo: andate a farvi f... friggere???? ihihihihihi

Bastian Cuntrari ha detto...

@Anna, nooooo!!!!
Perché anche se scrivi vaffan****, fai numero (quorum), hai votato, in malo modo, ma l'hai fatto.

Il referendum non funziona come le elezioni, nel senso che non si guarda soltanto se ha vinto Tizio o Caio, contando i voti.
Il referendum passa attraverso un'altra verifica preventiva, quella del quorum (quando c'è il latino di mezzo c'è sempre una fregatura...) che funziona così: perché sia valido deve aver votato (o meglio, "ritirato la scheda") il 50% + 1 degli aventi diritto, che sono quelli iscritti nelle liste elettorali.

Solo se si supera questa soglia il referendum è valido. E solo in questo caso si conteranno i e i No. Motivo per cui anche il tuo vaffa contribuisce a fare numero (quorum), e si rischia che si passi al conteggio dei voti a favore e di quelli contrari.
Con il pericolo di cui abbiamo parlato sopra.

Annare', devi d'anna' ar mareeee!!!
Bacio, piccole'.

Joe ha detto...

Il sospetto mi e' venuto quando ho letto che sia gli USA che il Vaticano sono imbarazzati con il Premier e lo vorrebbero sostituire con Fini. Siccome sono loro che in realta' governano l'Italia, se l'informazione ha del merito, allora si spiega assai bene il comportamento recente di Fini.

XOXO

Bastian Cuntrari ha detto...

@Joe... che gli USA tifino Fini, potrebbe non sorprendermi.
Ma che lo faccia anche il Vaticano, dopo le sue sortite ultra-laiche (come ad esempio sul caso Englaro o sulla fecondazione assistita)... mubble... mubble... Staremo a vedere.

XXX

Joe ha detto...

(come ad esempio sul caso Englaro o sulla fecondazione assistita)
Nessun problema, anche su questi punti e sulla laicita'dello stato potrebbe fare un voltafaccia veloce, se richiesto. Lui pare che sia molto abile in queste manovre. Per questo motivo non fa piu' parte del triumvirato.

XOXO

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Complimenti post molto chiaro. Ed adesso tutti a casa (o al mare o dovunque tranne ai seggi).

Bastian Cuntrari ha detto...

@Daniele, d'accordissimo con te!
Un abbraccio.

Ormoled ha detto...

Io cado un po dalle nuvole, e un po mi vergogno, sapevo che c'era un referendum, ma quando è? Bon che son periodi intensi per me questi ma credo mi sia perso qualcosa... ok torno a dormire :P tanto il succo del tuo discroso è non fare nulla, sta a casa o va a divertirti, perfetto, una giornata come le altre :)
Ciao

Dyo ha detto...

E se si andasse a votare NO, come hanno suggerito i radicali imbavagliati?

Dyo ha detto...

Urca, Bastian, sono la gemella diversa: mi sono loggata col vecchio account. :-(

Bastian Cuntrari ha detto...

@Ormoled, il referendum è il 21 giugno: machissenefrega! Noi stiamo a casa!
Ti abbraccio.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Dyo-Bisla, la donna dai due volti, ahaha!!
E certo che i radicali dicono di andare a votare NO: non ci dimentichiamo che il ricorso all'arma referendaria è uno dei loro cavalli di battaglia! E veder fallire anche questo (qui puoi vedere come, da 12 anni a questa parte, il quorum non sia stato raggiunto) sarebbe comunque interpretato come una sconfitta. E te lo dice una che ha sempre votato ai referendum, o sì o no.
Ma questa volta non ci vado, perché non voglio fare quorum, visto che sia PdL che PD (che non capisco che gusto ci provi a darsi mazzate sugli zebedei...) hanno deciso che voteranno per il : ma tu ce lo vedi, Mr B., a rifare una legge elettorale democratica (in caso di vittoria dei ) se il referendum gli ha comunque servito su un piatto d'argento il 55% dei consensi che gli permetterebbe anche di fare a meno dell'appoggio leghista? Io no...
Vai al mare! Magari ritrovi il bell'indiano...
Un bacione, cara.

Punzy ha detto...

ma se poi si raggiunge il quorum e vincono i si? come mi sentirei io che non sono andata a votare no???

Bastian Cuntrari ha detto...

Punzy, secondo me - non andando a votare - già implicitamente dici "no. In più, non hai contribuito a fare quorum: in pratica, ti giochi due briscole.
Se invece vai a votare "no", una te la sei giocata, e le possibilità che il referendum non passi si riducono del 50%. Comunque mi informerò bene sulla possibilità di ritirare solo la 3^ scheda e di votare solo quella: tanto ripassi, no?
O mi fai un colpo di telefono... ahahah!!!
Buon fine settimana, cara.