lunedì 4 agosto 2008

Roba da donne
I sex simbol esistono ancora?

Sarà l'estate. Saranno le carezze del sole e l'abbraccio del mare che, volere o volare - non raccontiamoci bubbole - risvegliano i sensi. L'estate è una stagione sensuale: niente di depravato, attenzione, soltanto una sorta di languòre che dà piacere. Ci sono voci sensuali: per me lo è quella del doppiatore di Gil Grissom di CSI, Francesco Pannofino e lo era, senz'altro, la voce di Pino Locchi, il doppiatore di 007-Sean Connery. Sguardi sensuali? Il primo che mi viene in mente è quello dei profondissimi occhi di Omar Sharif che si innamora, all'opera, di Catherine Deneuve, in Mayerling.
Ci sono uomini non "belli" che hanno una carica particolare, emanano quel certo-non-so-che che ne fa un sex symbol. Inorridite se parlo di Gérard Depardieu, o di Zingaretti "Montalbano"? O di Kevin Bacon, tutt'altro che bello, quando balla "Footloose", ma irresistibile. E poi, ovviamente, ci sono i belli e sensuali a tutto tondo. Certo, gioca molto il contesto in cui sono inseriti ma, di questi tempi, opinione personale, se ne vedono pochi, in giro. Forse seguo poco i gossip ed il loro corredo di foto, e se togliamo il solito intramontabile George Clooney, strafico nell'ultimo spot Martini di "El Toro" (forse perché rammenta l'altro intramontabile, Clark Gable) e, new entry più che ben accetta in questo periodo di magra, il nuovo allenatore dell'Inter, Josè Mourinho, che è un bel pezzo di giovanotto, ma non propriamente sexy, c'è poca trippa per noi gattine, in giro...

Ci sono stati, invece, periodi assolutamente ricchi e floridi: senza andare tanto indietro sino a Bruce Springsteen (ma ve lo ricordate quando cantava I'm on fire o Dancing in the dark?), super macho, arrabbiato, sudato, aggressivo, con la maglietta stracciata, quasi la versione musicale di Marlon Brando di Fronte del porto, ma, ragazze, quasi in contemporanea avevamo (è ovvio, sono opinioni soggettive) Richard Gere, anche lui un sempreverde, ai tempi di Ufficiale e Gentiluomo; Harrison Ford, di Indiana Jones o di Witness - Il testimone, con la bellissima e sensualissima scena del ballo nel fienile (la canzone è
What a wonderful world this would be, cantata da Sam Cook) E Mel Gibson di What women want. E dove lo vogliamo mettere Bruce Willis definito "l'imperatore del testosterone made in USA"? E poi Robert Redford de "La mia Africa", o Kevin Kostner (Guardia del corpo, con quel soundtrack struggente), e Antonio Banderas, pure in "Zorro"! Tiempe belle 'e 'na vota... Mi sono cadute le braccia quando, a seguire, il bello del momento era considerato il super patata lessa Leonardo Di Caprio! Ma facitece 'o piacere!

Però, c'è qualcosa di nuovo nel sole, anzi d'antico: si è affacciato all'orizzionte un autentico schianto. Complice la cornice sensuale (mare, sole e musica appropriata), certo, ma tutto il resto ce lo mette lui, ecco finalmente
er mejo fico der bigonzo: mediterraneo d'aspetto, ma in realtà figlio d'Albione, ve lo ripropongo in tutto il suo splendore. Guardate e godetene spiritualmente. E poi non ditemi che non sono un'amica!


5 commenti:

riccardo gavioso ha detto...

del tutto abusivo nel commentare questo post (sperando in un condono tombale), direi che, visto al maschile, Geere e Clooney mi paiono i migliori, anche se devo stigmatizzare l'assenza di Sandro Bondi! ;)

un saluto accaldato, in attesa di una disamina dell'universo femminile... :)

Martina Buckley ha detto...

Devo intervenire in questo momento di apparente tranquillità (in casa mia, ma ci credo poco) anche a sopperire la mancanza di commenti femminili a questo post ;)
Devo concordare con Clooney & Banderas, e soprattutto Harrison Ford, ma purtroppo i nostri gusti in fatto di cromosome Y sono discordanti :P
Il tipo della pubblicità di D&G (che c'è anche e soprattutto sulle tv di quest'angolo d'Europa) non mi è mai piaciuto, anzi, lo trovo parecchio "disturbing" :D Sean Connery lo preferisco in "originale" (senz'altro il miglior 007 di tutti i tempi!), non mi piace Kevin Bacon anche se trovo alcuni dei suoi ultimi film parecchio intriganti. Purtroppo trovo Richard Gere irritante e Robert Redford terribilmente noioso. Ammetto che non butterei via Brad Pitt e Jude Law, o Cillian Murphy (anche se quest'ultimo un po' troppo giovane ;))...
I miei sex symbol sono del calibro di Johnny Depp, pure i miei figli lo sanno e mi prendono in giro coninuamente per la mia debolezza ;), di cui ho visto ed apprezzato tutti i film. Insomma, devono essere pure intelligenti e con un po' di spessore, sennò non mi piacciono ;)
Ma il tempo a mia disposizione è finito. Ci riaggiorniamo al tuo ritorno, attenta a non scottarti! ;)

Bastian Cuntrari ha detto...

@Ric (4/9/2008), cavolo! Bondo mi è proprio sfuggito....

Bastian Cuntrari ha detto...

@Martina (4/9/2008) cara, dato che siamo solo noi due a chiacchierare, per me va benissimo così: ti lascio Brad Pitt e Johnny Depp.
E per quanto "disturbing" (fastidioso? molesto? come una vespa?) mi cucco volentieri il testimonial di D&G...
Un bacio. E non mi sono scottata neanche un po'!

Donna Cannone ha detto...

grazie assai!!!! ci stava tutto