martedì 8 luglio 2008

Falsi "veri" e falsi "falsi"

Nonostante il mio amico Finazio abbia già esaurientemente postato, ieri sera e oggi sull'argomento, non riesco a non dire anche la mia. La storia è questa. Ieri, il blog "La Privata Repubblica", pubblicava un post (al link trovate solo la "memoria" di Google Reader) in cui inventava la trascrizione di una intercettazione telefonica tra il premier e Confalonieri: boccaccesca? Senza dubbio. Volgare? Sì, un po'... Goliardica? Ecco, questa è la definizione corretta: goliardica.
Dopo un blackout durato qualche ora (ieri sera), questa mattina il blog era sparito. Ora è ritornato visibile ma - se si cerca traccia del post di ieri - la pagina si apre così.

Cosa era accaduto, nel frattempo?
Che Dagospia, il blog di Roberto d'Agostino, prendendo lucciole per lanterne, obiettivamente con scarsissimo sens of humor, tanto da non riuscire a distinguere uno scherzo da uno scoop, ha fatto da cassa di risonanza al post e, apriti cielo!!!
Ma chi c'è dietro La Privata Repubblica? I Servizi Segreti? La CIA? Bin Laden? No: c'è un ragazzino (che mi perdonerà, se dall'alto dei miei xx anni lo definisco così), studente di 22 anni e ora, comprensibilmente, terrorizzato.


A nulla sono valse le immediate smentite dell'autore a D'Agostino, che si è anche messo in cattedra dispensando perle di saggezza sull'etica giornalistica: la macchina della giustizia era già in moto e, nonostante l'avvocato del premier, Ghedini, in primis dichiari che si tratta di "un falso plateale", fa comunque sapere che "saranno esperite tutte le azioni giudiziarie del caso".

Mi è tornato in mente lo scherzo con il quale, 24 anni fa, tre studenti si beffarono dell'intellighenzia nostrana, con la famosa burla delle teste di Modigliani. E mi spiace che il blogger de La Privata Repubblica non sia stato un ragazzino a quei tempi: nonostante molti eminenti critici fossero stati messi alla berlina e in mutande, avendo creduti veri i falsi, non mi risulta che si siano messi in mezzo avvocati e giudici.
Che volete farci? All'epoca sapevamo ancora ridere...

View blog reactions

10 commenti:

Pape Satan Aleppe ha detto...

Ah, ecco qual'era il blog. Grazie.
Che dire: non so se sia più censurabile il comportamento di Dagospia o quello degli avvocati del Premier.
Bisogna stare molto attenti a quello che si scrive? E' vietata la satira? A dire la verità tutta questa vicenda mi inquieta non poco. Voglio seguire gli sviluppi della situazione e spero proprio che lo studente non venga denunciato e messa sul lastrico la sua famiglia. Altrimenti, per avere un blog, toccherà espatriare ...

Bastian Cuntrari ha detto...

@Pape Satan, anch'io sono parecchio preoccupata: pensa che ho "meditato" prima di postare...
Ma credo si debba fare, noi, ora, cassa di risonanza per dare una mano a 'sto ragazzino!
Oggi penso di andare a Piazza Navona e spero che se ne parli: è una vergogna!
Siamo proprio alla frutta...

Ti abbraccio.

Bleek ha detto...

Questa mi era sfuggita, la mia vignetta è stata un fortunata coincidenza...

Di male in peggio...

il Russo ha detto...

All'epoca i soloni si vergognarono, si arrabbiarono ma l'opinione pubblica fece scudo degli autori dei falsi Modigliani, oggi tutti a dar contro ad un ragazzotto che studia giurisprudenza (con scarso profitto se pensava che internet lo mettesse al riparo da qualunque reazione alle sue pesanti simulazioni telefoniche)per aver osato gridare che il re é nudo!

indiano ha detto...

Ciao

come va? Finalmente riesco a trovare qualche minuto di tempo per venire a scoprire il tuo blog con la certezza che non sarà l'ultima volta.

un caro saluto.

indiano

Bastian Cuntrari ha detto...

@Bleek, pensavo lo sapessi, invece!
Premonizione?

Un abbraccio.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Caro il mio Russo, hai ragione: all'epoca la cosa più divertente - ancor più della beffa - è stata la replica caparbia, ottusa e cieca degli "esperti" che tentavano di sostenere l'insostenibile...
Oggi si replica con le carte bollate.

Un saluto.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Ciao Indiano!
Grazie della visita e, bada, ti prendo in parola...
A presto.

Massimiliano ha detto...

Non voglio sembrare esagerato, ma se non è dittatura questa, poco ci manca:
Esercito nelle strade, giornalisti imbavagliati, magistratura rasa al suolo e da non ultimo la censura!!!

Mah....

Bastian Cuntrari ha detto...

@Max, non "poco" ci manca: non ci manca niente! Ma poi, contro un blogger! di 22 anni! Ma dài!

Un bacio.