giovedì 10 novembre 2011

Quando il genio ti fotte

Alla fine del 1928 Walter Chrysler, fondatore della celebre casa automobilistica e uno tra gli uomini più ricchi d'America, decise che la propria azienda dovesse avere una sede degna della propria fama e che dovesse essere - per soprammercato - anche il grattacielo più alto di New York: il progetto venne affidato all'architetto William van Alen.

Ma aveva fatto i conti senza l'oste che si chiamava George Ohrstrom, 34 anni, fondatore della Bank of Manhattan: anche lui pretendeva per la sua banca un edificio grandioso che fosse - evidentemente - un grattacielo. E, non c'è bisogno di dirlo, che risultasse il più alto di New York. I lavori dei due colossi si svolsero quasi in contemporanea: Chrysler era ad un soffio dall'ultimazione del tetto, quando Ohrstrom aggiunse inopinatamente ben due piani al suo edificio che risultò in tal modo, anche se di poco, più alto del concorrente.

La battaglia sembrava irrimediabilmente persa...
Ma
- mentre gli operai che avevano lavorato al grattacielo della Manhattan Bank stavano ancora festeggiando il traguardo raggiunto e la stampa batteva la grancassa sul record di Ohrstrom - dalla splendida raggiera in acciaio che sormonta il fusto del Chrysler Building, si vide spuntare qualcosa di insolito.


Quel geniaccio di van Alen - forse subodorando una qualche fregatura in dirittura d'arrivo - aveva ottenuto il permesso di costruire una guglia a spirale di circa 60 metri che venne tenuta nascosta all'interno del vano ascensori del palazzo: bastò soltanto un'ora e mezza perché, simile ad una spada vendicatrice, la guglia fuoriuscisse dal tetto svettando ben oltre il grattacielo rivale e annientasse ogni residua speranza di Ohrstrom e dei suoi. Fottuti alla grande da un colpo di genio!


Ieri Giorgio Napolitano ha nominato Senatore a vita il professor Mario Monti, facendogli compiere - in un batter d'occhio - il salto dallo status di "tecnico" a quello di "politico" a tutti gli effetti. Fottuti pure quelli da una genialata senza pari!

Chapeau, Signor Presidente!

8 commenti:

Gap ha detto...

Brava, hai intercettato un giusto pensiero che è venuto anche a me. Non mi nascondo, però, che la nomina eventuale di Monti ha degli aspetti che inevitabilmente si ritorceranno sulle classi medio-basse. Questo, per onestà, non possiamo nascondercelo. E' che purtroppo, nella situazione in cui siamo, dobbiamo credere alla parte più onesta(?) di quella stessa categoria (o classe?) che ci ha portato alla bancarotta.

Alberto ha detto...

Bel parallelismo sulle genialate in dirittura d'arrivo.

Di Mario Monti dico solo è il presidente europeo della Trilateral Commission.

Punzy ha detto...

io, devo dire, che dal nonno presidente non mi aspettavo tale colpo di genio..

Ciamau ha detto...

Amica mia, aspettiamo per dirlo, perché se non funziona (serve una maggioranza, ovviamente) siamo nei guai.

il monticiano ha detto...

Grazie a te finalmente ho saputo chi è stato ,l'artefice di qella guglia
che ho visto spesso in film e documentari americani.

Su Monti aspetto stasera o al massimo domattina ma naturalmente restano tutte le mie perplessità in quanto per lui o per chiunque altro sarà chiamato a governare questo Paese saranno cavoli amari.

Lanza ha detto...

Mario Monti che appiana i debiti provocati dal sistema bamcario.Una forma di omeopatia perniciosa?

Lanza ha detto...

Auguroni Bastian,che tu possa trascorrere queste festività con le persone che preferisci e senza alcuno stress ma con tanta serenità:)

Alberto ha detto...

Ci sei?