giovedì 2 settembre 2010

Se ci fosse un dio...

Se ci fosse un dio - o magari soltanto suo figlio - avrebbe dovuto irrompere nella sala parto del Policlinico di Messina e prendere a scudisciate quei due sedicenti medici, come fece con i mercanti nel Tempio, e richiamarli ai loro doveri ed alla loro missione. E ora una donna sarebbe ancora integra nel corpo, e potrebbe ancora dare alla luce figli. E il figlio che ha partorito non avrebbe sofferto - nelle poche ore della sua vita in questo porco mondo - quello che ha patito e quello che patirà in futuro se, come sembra, il suo cervello ha subìto gravissimi danni.

Se ci fosse un dio - o magari soltanto suo figlio - avrebbe dovuto farsi largo tra la folla del Tribunale che ha condannato Sakineh Mohammadi Ashtiani alla lapidazione e, come fece per l'adultera, avrebbe potuto ripetere la formula magica: "Chi di voi è senza peccato, scagli per primo la pietra contro di lei" (Gv. 8, 1-11): i giudici si sarebbero allontanati e la donna sarebbe stata libera. Anche di "peccare" nuovamente, ammesso lo abbia mai fatto. Ma libera.

Se ci fosse un dio - o magari soltanto suo figlio - non si dovrebbe cercare Sarah, scomparsa ormai da sette giorni, "tra pozzi e chiese sconsacrate", perché con uno di quei miracoli in cui è maestro, farebbe girare all'indietro l'orologio del tempo, al momento in cui la ragazzina ha avvertito la cuginetta che stava per arrivare per andare al mare insieme. E le si sarebbe affiancato, percorrendo con lei quei maledetti 700 metri, in modo che nessuno potesse vigliaccamente avvicinarsi alla piccola e farla sparire in un nulla, pieno solo di orride ipotesi.

Se ci fosse un dio - o magari soltanto suo figlio - il piccolo Mario, un bimbo rom di soli 3 anni che viveva in una baracca di un campo non sarebbe morto bruciato vivo nell'incendio della sua "casa". Perché avrebbe detto ai genitori: "Sinite parvulos ad me venire" (Matteo, 19, 14) e Mario sarebbe stato altrove, lontano dalle fiamme assassine.

Se ci fosse un dio e se tu avessi fegato, caro il mio Benny Sedici, alzeresti il telefono con il quale intrattieni comunicazioni privilegiate con lui e gli domanderesti che cosa cazzo sta combinando; cosa altro sta "creando" che non ha nemmeno il tempo di buttare un occhio pure quaggiù e cercare di mettere 'na pezza a queste orribili morti di innocenti, mentre maledetti bastardi la sfangano sempre e comunque. Ma scommetto che sentiresti anche tu quell'odioso disco che ripete annoiato: "Spiacenti, il numero selezionato è inesistente".

13 commenti:

il monticiano ha detto...

Una constatazione semplice semplice, da terza elementare e mi spiace perché tu e il tuo post meritate ben altro: il problema sta tutto in quel "Se".
Ciao cara.

Joe ha detto...

Hai appena dimostrato che Dio non esiste, come gia' lo scoprirono i milioni di persone liquidate nei lagers invocando la sua protezione che mai arrivo'. Un Dio che i libri sacri ci dicono sia onnisciente, onnipotente, benevolente e allo stesso tempo vendicativo, crudele e geloso degli altri Dei. Se esistesse un Dio vorrei che fosse un po' meglio di questo.

XXX

calamar ha detto...

Se Dio esiste di sicuro noi non possiamo comprenderlo, se fossimo in grado di farlo saremmo noi stessi Dio.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Monty... già...
Un bacio.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Joe, se esistesse, anch'io vorrei fosse più benevolo verso i suoi figli.

XXX

Bastian Cuntrari ha detto...

@Calamar, ma allora è risibile affermare che il papa sia il vicario di Cristo se non è in grado di fare le sue veci.

Io non ho interesse a "capire" dio, ma chi si fa suo portavoce dovrebbe essere in grado di farlo: come puoi "promuovere" un'idea che non comprendi?

Ti abbraccio.

Daniele Verzetti, il Rockpoeta® ha detto...

Certo che é inesistente quel numero altrimenti non ci sarebbe neanche Benny sedici....

calamar ha detto...

la religione è un problema di fede. Nulla a che fare con la ragione.

Joe ha detto...

La religione e' il tarlo del brainwashing che rosicchia il cervello.

Blogger ha detto...

E Mara Carfagna, se ci fosse un Dio potrebbe essere Ministro?

Questa è la prova!

Blogger

Bastian Cuntrari ha detto...

@Daniele, magari fa uno di quie lavori socialmente inutili...
Un beso.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Calamar, d'accordo... ma Benny ci crede e ci propina ogni domenica il suo pensiero o l'interpretazione del suddetto. Ergo, è lui che ha il filo diretto.
Ma non voglio incartarmi - soprattutto con te - in questioni teologiche. Ma mi ruga sentir dire che è buono e giusto quando succedono le cose che ho ricordato.
Ti abbraccio, caro.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Blogger, magari è figlia del demonio!
Un bacione.