lunedì 25 maggio 2009

Corsi e ricorsi storici
Di Profumo, di Donne e di Scandali

Credo di aver imparato il significato della parola "scandalo" nel 1963, 4 anni dopo l'uscita del film "Scandalo al sole": sino ad allora - per me - uno "scandalo" (in quanto solitamente "al sole") era un nuovo tipo di zoccolo da mare, una ciabattina elegante. Un "sandalo" con la "c" in mezzo, a significare magari qualche moda innovativa. Ma nel '63 intuii che era una "roba da grandi", perché ne parlava "Orecchioni", il primo lettore dei telegiornali della TV, al secolo Riccardo Paladini, per cui la questione era seria, ma in qualche modo anche "divertente" (così mi pareva...), visto che la mamma e il papà ascoltavano la notizia con uno strano di sorrisetto sulle labbra: il 1963 fu l'anno dello scandalo Profumo.

Lui, Ministro della Guerra del governo conservatore britannico del tempo, felicemente sposato con una bella attrice, intrattenne - per qualche settimana - una relazione amorosa con una squillo d'alto bordo, Christine Keeler. Dopo la rottura con l'uomo politico, che comunque - come si apprese più tardi non fu l'unico a godere delle grazie dell'allora 19enne fanciulla - un ex fidanzato di Christine esplose sette colpi alla volta dell'abitazione della ragazza: l'MI5 - il Servizio Segreto inglese - iniziò ad interessarsi della questione e la relazione con Profumo venne a galla. E insieme a quella venne alla luce anche una storia tra la call-girl e un funzionario dell'ambasciata sovietica a Londra. Apriti cielo! Pure lo spionaggio ci si metteva! Scoperti gli altarini, alla Camera dei Comuni (marzo '63) una parlamentare domandò in aula a Profumo se avesse mai intrattenuto una relazione con la ragazza, e lui negò. Ma il fatto era ormai di pubblico dominio e - il 5 giugno successivo - Profumo si dimise per aver mentito in Parlamento. (Qui e qui altri approfondimenti).

Dall'altra parte dell'oceano - a distanza di 35 anni - scoppiò, nel 1998 il Sexgate, lo scandalo che vide Bill Clinton alle prese con... be'... veramente... vide la Lewinsky (26 anni) alle prese con una parte di Bill... Il Presidente americano non si dimise, ma anche lui, dopo aver pervicacemente negato la relazione davanti al Congresso, fu costretto a chiedere scusa per la menzogna, per aver intralciato la giustizia e per aver cornificato la moglie. Vi dico la verità: se nel '63 ero troppo piccola per avere idee sullo "scandalo Profumo ", nel 1998 le mie idee erano più che chiare. Clinton mi piaceva, Hillary mi era antipatica e ritenevo gli americani - per quanto riguarda il sesso e il peccato - inguaribili bacchettoni. E così "tifavo" per lui: ma se era un bel fighetto e una stagista voleva fare carriera con servizietti sotto la scrivania, che ci poteva fare Bill?

Ora, non so se la Gran Bretagna di quasi 50 anni fa e l'America di 10 anni fa dedicassero a questi "scandali da letto" tutto lo spazio che noi oggi riserviamo alla nota vicenda: né so se l'opposizione in quei paesi cavalcasse unicamente la tigre del puritanesimo sessuale, come mi sembra stia accadendo da noi, che ce ne freghiamo di altri "scandali". Di Pietro ha da poco annunciato che promuoverà domani una mozione di sfiducia nei confronti di Berlusconi per il caso Mills per "incompatibilità morale del premier". Il resto della cosiddetta opposizione (PD e UDC) non l'appoggerà, perché - dice - sarebbe "un boomerang". Invece, sul problema Noemi, "ci stanno pensando" (ibidem).
È vero, fanno bene: effettivamente è più scandalosa una presunta relazione con una ragazzina che non una acclarata (con sentenza) corruzione di un testimone.
In Italia.
A volte dimentico di essere qua.

27 commenti:

fabio r. ha detto...

oddio, non succedera' MAI, ma certo che sarebbe un bello scherzo del destino. (nemesi) se lo psiconano fosse costretto a dimettersi x l'accusa di aver ciulato una diciassettenne (con Fede poi...mi viene un conato di vomito..) dopo aver inchiappettato allegramente 60 milioni di italiani...

Bruno ha detto...

come sempre la discussione del "papi" porta la nausea su quell'argomento distogliendo l'attenzione dalle cose importanti.... da mills ai vari decreti passati in questi giorni......
schifo è la parola piu' bella che mi viene in mente

Martina Buckley ha detto...

Bel post Bastian, vorrei fare un'aggiuntina sul Lewinskygate... come sai anch'io sono una gran fan di Bill Clinton che, purtroppo, pur avendo un quoziente d'intelligenza esatamente il doppio di quello di G.W. Bush, aveva anche il vizietto... la mia teoria (non solo mia) è che la Monica gliel'avventarono contro i repubblicani pagandola bene (lei stessa non seppe MAI dare una risposta sul perché avesse "conservato" il vestito senza lavarlo...) per sfruttare la debolezza di Bill a fini politici... non ci riuscirono, ma Clinton, per "sviare" l'opinione pubblica da tutto quel casino (leteralmente), si arrischiò in una catastrofica campagna militare in Somalia (vedi film "Black Hawk Down") con le conseguenze che tutti sappiamo.
La morale? È che quando ci si accanisce sui vizi privati per depistare quelli pubblici, si creano grandi catastrofi... È probabilmente quello che succederà anche in Italia, ma io me ne sto rispettosamente da queste parti e preferisco non commentare ulteriormente perché tutta questa vicenda mi nausea...
un abbraccio

Bastian Cuntrari ha detto...

@Fabio R., già: non succederà mai...
E se anche accadesse, non mi andrebbe tanto giù un impeachment causato da una squallida storia di sesso.
A questo proposito, la manìa di svelare sex-altarini ha varcato l'oceano, mietendo una illustre (postuma) vittima: niente popòdicò che JFK!
Ecco la notizia leccorniosa... si fa per dire...
Buona giornata, amico.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Bruno, ben detto!
Ma è sicuro che anche certa c.d. opposizione fa di tutto per portare acqua al suo mulino, inzuppando il biscotto... ehm... il pane in questa storiaccia, e perdendo di vista altri aspetti ben più censurabili delle performances di Mr. B.
Caso Mills docet: a questo proposito, segnalato dall'amico Le Favà, suggerisco di leggere il post di Alessandro Tauro su altre 10 domande (ben più ficcanti...) da rivolgere all'Innominabile.
Domande che nessuno, tra quelli che avrebbero potuto, ovviamente ha posto...
Un bacione.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Martina, non sapevo della pista "repubblicana", ma l'ipotesi ci sta tutta. Ed è vero che tanto accanimento dei riflettori sulla vicenda della ragazzina, ci rende ciechi su altri fronti che - come ben commenti - potrebbero essere forieri di disastri di ben più vasta portata.
Ti abbraccio, cara amica

Punzy ha detto...

l'unica cosa che mi consola e' che probabilmente batteremo qualche record di scandali nel guinness dei primati..dove per primati intendo scimmie

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ti quoto totalmente Bastian la tua conclusione é inecceppibile.

Ormoled ha detto...

Per stasera ho finito le parole di disappunto nei confronti del Berlu e governo e via dicendo. Mi associo a Daniele.
Per quanto riguarda gli scandali, una volta facevano rumore, c'era anche un altro modo di pensare (forse) e soprattutto un altro modo di dover fare le cose. In sostanza in molti secondo me dello scandalo vero e propio probabilmente non gliene poteva fregare di meno, ma bisognava prendere le distanze e puntare il dito perchè così usa fare un integerrimo. Per quanto mi riguarda ogniuno è libero di fare quello che vuole purchè sappia fare i conti con se stesso.
Bello rileggerti attiva :) buona notte.

Tua madre Ornella ha detto...

Ma perchè secondo te ci ostiniamo ancora a vivere qui??
Secondo te non siamo autolesionisti??
Anche perchè è veramente scandaloso tutto....!!!
Ti abbraccio
Ornella

Le Favà ha detto...

Io credo che l'Italia sia un paese in letargo. In qualunque paese esterno il solo "presunto" porterebbe alle dimissioni del politico. Qui invece si riesce pure a difendere delle probabili scapatelle con ragazze. Perchè lo fan tutti. Ma esso non è tutti. E l'uomo che dovrebbe, salvo figuracce, rappreesentare l'italia. Stiamo degenerando e il brutto è che non ce ne rendiamo conto.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Punzicchia!! Ma sei proprio una monella! Il gioco di parole con i "primati" è impagabile: lavorerò con un sorriso scemo incollato sul viso!
Un bacione.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Daniele, grazie della condivisione... ma non ci consola, vero?
Un abbraccio, amico mio.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Ormoled, sì: anche nel bel tempo passato c'erano "scandali", anche di chiaro stampo sessuale, ma i protagonisti non sfruculiavano la mazza a San Gennaro con ammiccamenti, con battutine e con comportamenti tali da far presumere che...
Mi spiego meglio. La relazione di JFK con Marilyn Monroe era "quasi" di dominio pubblico: nel senso che molto se ne parlava e - dove c'è fumo - si sa...
Ma il Presidente non si è mai lasciato andare a comportamenti da sciupafemmine come il nostro fa in continuazione. Tant'è che quando cantò l'ormai famosissima "Happy Birthday" ad una festa di compleanno per Kennedy, il primo ad esserne imbarazzato fu proprio lui, il Presidente: era il 19 maggio 1962. Meno di 3 mesi dopo, il 4 agosto, fu trovata morta (ufficialmente suicida) per una overdose... Ma questa è un'altra storia...
Non oso pensare a cosa accadrebbe se una star del calibro di Marylin Monroe dedicasse oggi a Mr. B. - con gli stessi sottintendimenti - una canzone:
roba vietata ai minori di...
Ti abbraccio.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Ornella, che piacere averti qui, cara!
Siamo autolesionisti? Forse.
Ma sicuramente amiamo quest'Italiaccia così come si ama una sorella che ha perso - si spera temporaneamente - la bussola: la amiamo nonostante.
Un bacio grande.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Le Favà, sono sempre più felice di non avere messo al mondo figli.
È inevitabile che personaggi "in vista" diventino icone, simboli da imitare. Accade così per i personaggi dello spettacolo (al liceo ero circondata da "cloni" dei Beatles e io stessa ero una sorta di Mary Quant de' noantri...), per gli sportivi e non (c'è stato un periodo in cui un mio amico - juventino sfegatato - girava con l'orologio sopra il polsino, perché così faceva l'Avvocato), e per i politici.
Solo che l'esempio che esso dà alle nuove generazioni è una bomba ad orologeria: non mi frega niente se qualche ragazzino che perde precocemente i capelli si farà una ridicola spalmata di trapianto sulla zucca. Mi spaventa che possa pensare che - per avere successo e fare soldi - si debbano ritenere le donne solo bambole col buco (o con buchi), che "bello è bello e non-bello non è un cazzo", che libri e cultura siano nulla e che la TV sia magistra vitae.
Questo mi terrorizza davvero.
Un abbraccio.

ღღ Š î $↕ Ŧ ۞ ღღ ha detto...

Come fai a dimenticarti di stare in Italia. Basta leggere i giornali la mattina o i vari tg tanto tutti sono quasi uguali .Guai a parlare male dell'Unto .
Siamo proprio in Italia .Gli stessi che circa un anno fa sfilavano per il Family day. Tutto per la famiglia. ( Poi di chi è questa famiglia chi se ne frega).
Gli stessi che si riempivano le bocche con Eluana e poi vorrebbero affondare barconi pieni di persone.(a dimenticavo quando servivano si andava a piangere davanti a quei barconi).
Carissima siamo proprio in Italia, come fai a dimenticarlo.
Un abbraccio Sisifo

la bislacca ha detto...

Ricordo la faccenda del ministro Profumo e della Keeler. Probabilmente se ne riparlò ai tempi della stanza ovale di Clinton.
Mi piace il tuo modo, mai banale, di esporre e ricordare.
E sono d'accordo sul fatto che questa squallida storiella pare sia diventata l'unica magagna del Presidente del Consiglio.
Ho tanta voglia di serietà, Bastian. E di politici normali.

IL LAICISTA ha detto...

"È vero, fanno bene: effettivamente è più scandalosa una presunta relazione con una ragazzina che non una acclarata (con sentenza) corruzione di un testimone.
In Italia. A volte dimentico di essere qua."

Su questo punto ti invito a leggere, se ti va, quanto scrivevo qualche tempo fa, qui.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Sisifo, a volte il desiderio è talmente forte che - quasi quasi - ci casco... E mi faccio discorsi che... Sai cosa diceva Oscar Wilde? "Spesso sostengo lunghe conversazioni con me stesso e sono così intelligente che a volte non capisco nemmeno una parola di quello che dico". Ecco, uguale...
Un bacio.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Bisla, quotata al 100%: ne ha fatte più di Carlo in Francia ma oggi l'emergenza istituzionale è Noemi da Casoria...
Spaventoso!
Un bacio, gemella.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Laicista, bellissimo post: non l'avevo letto perché ancora non ti conoscevo. Ma, a due anni di distanza, è ancora attualissimo.
Ti abbraccio.

Gap ha detto...

ormai sono quasi del tutto convinto che il nanoscurodellademocrazia ci stia prendendo per il culo a tutti. Guarda caso sta per scoppiare (per l'ennesima volta)il caso Mills e lui che ti combina? Si fa beccare a una festa di una diciottenne con il risultato che il caso Mills passa in secondo piano, il caso Noemi gli attira le simpatie della maggioranza silenziosa maschile che vorrebbe essere cpme lui e le simpatie delle donne della maggioranza silenziosa che vorrebbero un marito come B. Se a questa abile manovra di depistaggio aggiungi l'insipienza dei rappresentanti l'opposizione (???????) tutta è il minimo che B. governi ancora altri 30 anni con o senza referendum. Ma il referendum è un'altra storia e sai già come la penso per essere intervenuta.
Ciao quaglietta.

Pape Satan Aleppe ha detto...

La chiave di lettura di queste vicende a sfondo sessuale è solo la predisposizione alla menzogna. Premesso che i politici hanno anche loro diritto alla propria vita sessuale per quanto stravagante sia, la cosa che viene a galla e la facilità a mentire.
Questo è il punto: Repubblica ha abilmente smascherato il capo proprio su questa questione: la sua incredibile serie di bugie.
E' questo che dovrebbe far dimetter un politco: le continue menzogne.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Gap, forse è vero che il caso Noemi da Casoria è stato fatto deflagrare per alzare una cortina fumogena sul caso Mills.
Ed è probabilmente vero che il nano - con questa storia - potrebbe avere dalla sua i machi della maggioranza silenziosa, perché vorrebbero essere come lui.
Ma mi rifiuto di pensare (e non lo penso) che riscuota le simpatie anche delle donne della maggioranza silenziosa, che "che vorrebbero un marito come B.". Un porco bugiardo per marito?? Una mano morta verbale?? Uno che - a 72 anni - dice di scopare come un riccio?? Con chi, scusa??? No, la simpatia delle donne, anche di quella maggioranza, per me se l'è alienata in grande misura.
Quanto al referendum, giacché più in là posterò sulla vexhata quaestio, spero vorrai farmi l'onore di commentare: giuro che IO ti risponderò...
Un bacio, Gappino.

Bastian Cuntrari ha detto...

@Pape Satan, sono d'accordo che anche i politici abbiano diritto ad una propria vita sessuale, per quanto anomala e "stravagante" possa essere: quello che mi infastidisce oltre misura è che se ne facciano vanto, anziché lasciarla nella sfera del privato, così come si converrebbe.
E peggio - come giustamente osservi - che, beccati con le mani nella marmellata, mentano senza pudore.
Ma - al riguardo - ho ritrovato un bell'aforisma (di autore Anonimo) che ne dà una motivazione:
"Per quante volte una menzogna possa essere dimostrata falsa, c'è sempre una percentuale di persone che la riterrà vera".Ecco svelato l'arcano...
Ti abbraccio, caro.

Clelia ha detto...

Direi che la faccenda più grave è senzaltro Mills. Io vivo a Londra da 4 anni e credimi si è parlato molto ANCHE della faccenda Naomi.

bè diciamo pure che l'italia nel Regno Unito ... soprattutto ora non fa solo scandalo ma orrore!!! e mi riferisco al Lodo Alfano, la laegge sulle intercettazioni e via dicendo....

Clelia